Michael jackson: il tributo di spike lee

A 25 ANNI DALL’USCITA DI BAD IL REGISTA LAVORA A UN DOCUMENTARIO CHE CELEBRERÀ UNA DELLE TAPPE PIÙ IMPORTANTI DELLA CARRIERA DEL RE DEL POP

Il regista e amico del Re del Pop Michael Jackson, Spike Lee, in questi giorni sta lavorando alla post produzione di un documentario basato su materiali inediti dell’artista scomparso tre anni a soli 50 anni in seguito ad un infarto.

Il documentario è stato girato per celebrare i 25 anni dall’uscita di Bad, disco del 1987 in cui Jacko per l’ultima volta collaborò con Quincy Jones, e racconterà del progetto soffermandosi su tutte le sue fasi: dalla lavorazione dell’album a quello dei video clip sino ad arrivare al tour. Lo stesso Lee ha detto “Sono riuscito a scoprire con questo progetto come grazie a ‘Bad’ quel periodo sia diventato così importante per la sua carriera”. Non si sa ancora nulla sulle modalità con cui il film verrà distribuito ma come scritto su Rolling Stones è stato in gran parte girato a Los Angeles nei Westlakes Studios esattamente dove il disco venne registrato.

Per questo documentario Spike Lee ha raccolto 40 interviste di coreografi, musicisti e colleghi di Michael Jackson, tra i quali spicca il nome di Sheryl Crowe corista nel Bed Tour, per ricostruire interamente il lavoro che c’è stato dietro le quinte dell’album.

In un’ intervista riportata da Billboard il regista dice “Non mancheranno tutti i retroscena del ‘making of’ del disco, attesissimo successore di Thriller (uscì ben 5 anni dopo quello che è l’album più venduto nella storia della musica con 110 milioni di copie n.d.r.) , dei corti e del tour, che non sarebbero mai potuti venire alla luce (…) Michael aveva un grande senso dell’umorismo, era molto divertente. Vedrete un sacco di cose. (…) Abbiamo alcuni spezzoni che nessuno ha mai visto, cose che Michael stesso ha girato, materiale dietro le quinte. Abbiamo avuto accesso totale ai magazzini di Michael Jackson” e continua “Michael aveva registrato sessanta demo, ma solo undici pezzi sono stati inseriti nel disco. Abbiamo dovuto ascoltare anche un sacco di materiale, per cui è stata un’esperienza davvero grandiosa”.

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook