Venezia 69: una mostra del cinema ad alto livello

IN CONFERENZA STAMPA BARATTA E IL NEO DIRETTORE BARBERA SVELANO I NOMI IN GARA

Ci siamo, si alza il sipario sulla 69esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Nuovo corso o quasi, considerando che Paolo Baratta rimane al vertice della kermesse in qualità di Presidente, ma al suo fianco subentra Alberto Barbera come direttore artistico al posto di Marco Muller.

Le novità più rilevanti, oggi in conferenza stampa, cominciano con la riqualificazione degli spazi adiacenti il Palazzo del Cinema, che hanno previsto nei mesi scorsi l’ampliamento funzionale della sala principale e della sala darsena. Ripristinato, poi, anche il foyer della sala grande, mentre la sala volpi è stata trasferita all’interno del casino. Vi anticipiamo che Michael Mann, presidente di giuria, e Spike Lee saranno in gara nella sezione dedicata ai documentari.

Passiamo però subito alla parte clou, ovvero i nomi in gara e i film di apertura e chiusura Mostra. Come avevamo anticipato ieri, The Reluctant Fundamentalist di Mira Nair aprirà il Festival e sarà presentato fuori concorso il 29 agosto nella cerimonia di apertura. Il secondo film della serata è il documentario Enzo Avitabile Music Life di Jonathan Demme, sempre fuori concorso. In chiusura di rassegna, invece, spazio a L’homme qui rit di Jean-Pierre Ameris, sempre fuori concorso è proiettato l’8 settembre.

In concorso troviamo alcuni grandi nomi del panorama cinematografico internazionale, partendo da Terrence Malick e il suo To the wonder, con il duo Rachel McAdams-Ben Affleck attesi sul lido, poi Brian DePalma con Passion, Olivier Assayas con Apres Mai (Something in the air), Marco Bellocchio con La Bella Addormentata,  Francesca Comencini con Un giorno Speciale, Kim Ki duk con Pieta, Kirill Serebrennikov con Izmena (Betrayal) e molti altri per un totale di 17 film più un diciottesimo a sorpresa che verrà svelato nei prossimi giorni, ma che, ci assicura Barbera con una simpatica frecciatina al suo predecessore, “non sarà di nazionalità cinese”. Kasia Smutniak madrina. 

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook