2016 obama’s america: il documentario campione d’incassi in usa

NEL CLIMA CALDO DELLE PRIMARIE IL DOCUFILM ANTI-OBAMA FA IL BOOM AL BOTTEGHINO

Negli Stati Uniti la sfida a distanza tra Barack Obama e Mit Romney sta andando avanti senza tregua. In un clima politicamente tesissimo a dare un colpo basso all’attuale presidente degli Stati Uniti è arrivato nelle sale il documentario anti-Obama 2016: Obama’s America tratto dal libro Le radici della rabbia di Obama del conservatore Dines D’Souza.

Il documentario low-cost che è costato solo 2,5 milioni di dollari interpretato dallo stesso autore del bestseller e che vede alla regia John Sullivan, pur essendo stato stroncato dalla critica, sta avendo un enorme successo di pubblico.

Distribuito dalla Rocky Mountain Pictures il docufilm è uscito per la prima volta il 13 luglio in una piccola sala di Hudson, nel cuore del Texas repubblicano, che è stata presa d’assalto dagli spettatori. L’inatteso successo ha portato la pellicola a essere poi presente in 1100 sale degli States e a incassare 6,3 milioni di dollari entrando così nella top ten dei film più visti accanto a giganti del calibro di I Mercenari 2 e The Dark Night Rises.

A meno che non siano diretti da registi del calibro del super-liber Michael Moore è difficilissimo che i documentari possano avere un così gran successo al botteghino. Il film che gira tutto intorno alla domanda come sarà l’America nel 2016 se Obama verrà rieletto? Dando una risposta molto critica nei confronti del Presidente, del quale il regista ricostruisce la vita e i conseguenti ideali, che secondo lo stesso D’Souza “ha un ordine del giorno diverso dalla maggior parte dei cittadini”.

(29 agosto 2012)

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook