Cinquanta sfumature di grigio: speciale dal libro al film

IL CASO EDITORIALE DELL’ANNO DIVENTERÀ UN FILM

Erika Leonard ha 48 anni è una executive della tv britannica, vive a Londra con due figli e un marito di cui è molto innamorata. In molti la conoscono come E.L. James e, soprattutto, per essere l’autrice della trilogia Cinquanta sfumature che, complice l’estate e il conseguente risveglio dei sensi e una trama accuratamente studiata nei mini particolari, è senza ombra di dubbio il caso editoriale dell’anno.

Diciamocelo: quante possibilità ci sono che un uomo di ventisette anni miliardario, bellissimo coi suoi capelli biondi, i suoi occhi grigi, il suo corpo scolpito e il suo grande sesso, amante del sadomaso spinto tanto da avere nella sua suntuosa casa una Stanza delle Torture si innamori di una scialbissima ventunenne vergine che scappa alla prima sculacciata? Più meno le stesse possibilità che un vampiro si innamori di una mortale e che la storia, tra mille peripezie e tira e molla, funzioni.

La stessa Leonard infatti ha ammesso che il canovaccio della storia tra Christian Grey e Anastasia Steele le è stata ispirata dalla saga di Twilight: un amore impossibile che sfiora il surreale pur rimanendo plausibile. Perché in letteratura e nel cinema l’amore vince sempre e il lieto fine è sempre nascosto dietro l’ultima parola o l’ultima scena.

Ingredienti: un uomo seriamente problematico e Dominatore, una scialbetta, i soldi di lui che fanno in modo che nel racconto ci possano essere gesti d’amore plateali e eccessivi, molte descrizioni di sesso spinto – più o meno una a pagina- una trilogia (il tre ormai anche nella letteratura è il numero perfetto), un cattivo che spezzi l’armonia della coppia alla fine del primo libro (perché nel terzo altrimenti di cosa si parla?). Ed ecco fatto: 18 milioni di copie vendute nel mondo nelle prime 10 settimane, donne che impazziscono sui forum e difendono a spada tratta  i loro beniamini che la critica stronca. Così nasce un caso letterario evidentemente creato a tavolino e che, come da copione, strizza l’occhio al cinema. A cedere alle lusinghe silenti del best seller è stata l’Universal che per 5 milioni di dollari si è accaparrata i diritti di Cinquanta sfumature e sta lavorando alla sceneggiatura. Per quanto riguarda il cast il ruolo di Anastasia Steele potrebbe andare a Emma Watson o Kate Cassidy e per quello di Christian Grey più rumors confermerebbero Ryan Gosling.

La sfumatura-mania però ha anche contagiato alcune stelle di Hollywood, in particolare Scarlett Joahnsson e Agelina Jolie che, secondo il Mirror, ha letto i volumi durante le riprese di Maleficent “Angelina continuava a sentir parlare del libro mentre era in Gran Bretagna” ha riferito una fonte al tabloid- “Tutte le ragazze sul set non facevano che parlare del film che ne sarebbe stato tratto. Così ha deciso di comprarne una copia e ora vorrebbe una parte nella pellicola”.

La Jolie però non sarebbe adatta a interpretare il ruolo della giovane Anastasia ma potrebbe essere perfetta per quello di Mrs Robinson la donna che ha iniziato Mr Grey all’arte della dominazione. Negli States circola la voce che Agelina vorrebbe essere la regista del film, per lei sarebbe la seconda volta avendo già diretto lo struggente Nella terra del sangue e del miele.

Che siano comune mortali o stelle di Hollywood l’amore impossibile che nonostante tutto trionfa affascina chiunque, sculacciate annesse.

(1 Agosto 2012)

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook