G. i. joe: retaliation – 2012 o 2013?

OVVERO LO SLITTAMENTO ECCESSIVO DI UN KOLOSSAL ATTESO DALL’ESTATE ALLA PRIMAVERA

Anche chi non aveva reagito bene alla visione del primo capitolo (firmato Stephen Sommers) c’era molta attesa per il nuovo G.I. Joe: Retaliation con Dwayne Johnson e Bruce Willis. Forse era proprio l’arrivo di quest’ultimo nei vari trailer ad alzare le aspettative.

La Paramount ha deciso comunque di rimandare il film di John Chu dal 29 giugno 2012 (in Italia era previsto per il 10 agosto) al 29 marzo 2013 per permettere una buona conversione della pellicola in 3D. Ma non è tutto.

La parte seguente dell’articolo potrebbe contenere spoiler

Da ciò che vediamo nel trailer, comprendiamo che il personaggio di Channing Tatum muore all’inizio del film e ciò ha lasciato di stucco il pubblico che ha assistito ai ‘test-screening’ del film. Dopo che la stella di 21 Jump Street e Magic Mike si è affermata a Hollywood, macinando incassi su incassi, si è quindi deciso di fare delle riprese aggiuntive del film che possano ‘riportare in vita’ il personaggio, protagonista assoluto del primo episodio.

Un altro film che ha avuto notevoli problemi in fase di montaggio e che ha subito notevoli ritardi in post-produzione è anche il nuovo lavoro di Michael Hoffman con Colin Firth e Cameron Diaz,  Gambit, commedia su una frode nel mondo dell’arte scritta dai fratelli Coen, la cui uscita era prevista quest’estate e che in America si vedrà a partire dal prossimo ottobre, mentre noi lo vedremo a fine marzo.

Il ritardo nella distribuzione è qualcosa che accade sempre di più nelle grandi produzioni hollywoodiane, quando i ‘producer’ fanno di tutto per rendere più appetibile una pellicola per le grandi masse. Ma tali tentativi varie volte possono andare contro gli interessi dei registi e sceneggiatori. Noi, fiduciosi, attendiamo di vedere comunque buoni risultati…

(16 settembre 2012)

About  Gianlorenzo Lombardi 368 Articoli
Creativo e pieno di immaginazione (ma questo dovrebbero dirlo gli altri), scrive a tutto spiano in attesa del salto dietro la macchina da presa...
Contact: Facebook