Michael clarke duncan: una vita da coprotagonista

RITRATTO DEL GIGANTE BUONO RECENTEMENTE SCOMPARSO

Enorme, giocoso e sempre sorridente: è così che le fotografie di Michael Clarke Duncan che stanno invadendo il web lo ritraggono. Diventato famoso per aver interpretato l’omone dai poteri magici in grado di sentire il male nelle menti degli altri e assorbire il dolore delle persone Clarke Duncan sta facendo sentire la propria mancanza da quando, la scorsa notte, il suo cuore ha deciso di cedere.

Sarà perché compiangere qualcuno è diventato un hobby nei social network, sarà perché effettivamente il suo personaggio del Il miglio verde, che gli regalò una nomination agli Oscar, è forse tra i 10 “non protagonisti” più belli che il cinema ha regalato, ma la morte del Gigante sta diventando l’ennesimo tamtam di cordogli.

Ma chi era Michael Clarke Duncan? Nato a Chicago nel dicembre del 1957 Miachael è sempre stato conteso da moltissime squadre di football per la sua prepotente corporatura (198 di altezza per 150 kg). Il suo sogno però era quello di andare a Hollywood e così fece con 20 dollari in tasca. Arrivato nell’Olimpo delle star fu Will Smith il primo ad aiutarlo assumendolo come guarda del corpo e facendolo prendere parte a una delle puntate di Willie il principe di Bel-Air. Per suo corpo massiccio che tanto aveva attratto lo sport, però, era difficile trovare un ruolo, per questo la sua carriera è stata da caratterista, per quanto riguarda il cinema dove fu Bruce Willis a volerlo nel ruolo di John Coffey ne Il miglio verde. L’unico ruolo da protagonista glielo diede la serie televisiva The finder, spin off di Bones.

Attore ma anche doppiatore è stata la voce di cartoni animati e videogiochi di cui era appassionato.

Il suo cuore ha incominciato ad avere problemi il 13 luglio scorso quando fu colpito da un infarto del miocardio in quell’occasione il repentino intervento della sua fidanzata Omarosa Manigault-Stallworth gli salvò la vita. Vita che, a soli 54 anni, si è conclusa l’altra notte.

(4 settembre 2012)

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook