Serie tv: pilot? un grande bluff

LA CRITICA DI UN TELEFILM SI BASA SULLA SUA PRIMA PUNTATA, SPESSO FUORVIANTE

Il pilot ovvero il primo episodio, o in alcuni casi l’episodio 0, di una serie televisiva. La puntata che da il via alla storia e apre le varie story lines dei personaggi che, da lì a breve, diverranno familiari allo spettatore.

Recentemente un articolo del Washington post firmato da Hank Stuever ha considerato gli episodi pilota la negazione stessa delle serie televisive sia perché portatori sani di false promesse (come nel caso di Flash Forward telefilm dal grande inizio caduto poi nelle puntate a seguire in disgrazia) sia perché i 40 minuti che un episodio pilota ha a disposizione non sono in grado, molto spesso, di spiegare la complessità di quello che verrà dopo, come nel caso di Fringe.

La verità è che sui pilot si basa la critica dell’intera serie televisiva e che molto spesso sono i piloti stessi strizzate d’occhio al critico televisivo che li vede in anteprima. Questo è confermato dal fatto che shows record di spettatori alla prima, osannata, puntata perdono via via gli aficionados  andando incontro al crudele destino che li butta fuori, senza troppe smancerie, dal palinsesto tv.

Secondo Stuever per fare una critica seria delle serie televisive bisognerebbe basarsi sui primi 3 o 4 episodi: il secondo che è il vero pilot e il terzo e quarto per cercare di capire dove la storia voglia arrivare.

Oppure, in alternativa, che il pilot segua le indicazioni che con un sonetto Stuever ha buttato giù:

Sii un pilota coraggioso.Inizia la tua storia con l’illusione che seguiranno 100 episodi.

Inizia con l’illusione di essere a capo dell’HBO o dell’AMC.

Inizia con l’illusione che la televisione, in un’età gloriosa, sia l’unica forma di intrattenimento di cui valga la pena di parlare.

Spicca il volo senza curarti troppo delle tue ali eleganti e accetta di librarti in aria fino al momento in cui non ti schianterai.

(18 settembre 2012)

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook