Venezia 69: dopo il premio kineo, applausi per kim ki-duk

PUBBLICHIAMO I NOMI DEI VINCITORI DEL CONCORSO DEDICATO AL MIGLIOR CINEMA ITALIANO

VENEZIA 69 – Kim ki-Duk e il suo Pieta convincono, finora, pubblico e critica. Ieri, invece, il Lancia Cafè ha ospitato la conferenza stampa di presentazione della decima edizione del Premio Kinéo, uno dei premi collaterali al Festival di Venezia, l’unico a dare voce al pubblico (attraverso i giudizi di giornali, web magazine, social network e cineamatori) e dedicato esclusivamente al cinema italiano. Il meglio del nostro Made in Italy da esportare e far conoscere.

Premiati i vincitori di quest’anno, anno speciale perché si festeggia il decimo anniversario, di seguito la carrellata di premi legata ai protagonisti della serata, che ha seguito in calendario la conferenza dedicata alla realtà del Mouse d’Oro, una serata importante per le webzine presenti alla 69esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Ecco nome per nome chi ha “trionfato”:

Miglior film: This must be the place di Paolo Sorrentino

Miglior opera prima: Scialla di Francesco Bruni

Miglior attore protagonista: Pierfrancesco Favino – A.C.A.B.

Miglior attrice protagonista: Barbora Bobulova – Immaturi, il viaggio

Miglior attore non protagonista: Fabrizio Gifuni – Romanzo di una strage

Miglior attrice non protagonista: Alessandra Mastronardi – To Rome with Love

Miglior film italiano nel mondo: Cesare deve Morire di Paolo e Vittorio Taviani

Premio pubblico&critica: Il primo uomo di Gianni Amelio

Miglior film tv: Una grande famiglia di Riccardo Milani

Cartoon on the bay in Venice: Ulisse, il mio nome è nessuno, regia di Giuseppe Maurizio Laganà 

(4 Settembre 2012)

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook