Venezia 69: ecco i vincitori, trionfa kim ki-duk con pieta

IN DIRETTA DAL LIDO TRA DELUSIONI E CONFERME I PREMI DELLA 69MA EDIZIONE DELLA MOSTRA

Eccoci giunti alla fine della 69ma Mostra Internazionale del Cinema Venezia che forse, alla fine dei conti, è risultata tra tagli e promesse, alquanto deludente.

I rumors avevano ragione e, anche se inizialmente era The Master il favorito, il Leone D’Oro al miglior film è andato a quello più applaudito delle ultime ore, e forse dell’intera mostra, ovvero Pietà di Kim Ki-duk. Il secondo classificato è il, forse ingannevole almeno rispetto alle altissime aspettative, appunto, The Master di Paul Thomas Anderson che regala anche un ex aequo a Joaquin Phoenix e Philip Seymour Hoffman che vincono la Coppa Volpi come migliori attori protagonisti. Invece La Coppa Volpi per la migliore attrice è andata a Hadas Yaron per Fill the Void.

L’Italia si deve accontentare solo del premio per la migliore fotografia che è andato a Daniele Ciprì per il film È stato il figlio, visto che anche il premio del pubblico è andato al film dell’israeliano Fill the Void dell’israeliana Rama Burshtein, il premio speciale della giuria a Pradies Glaube di Ulrich Seidl e quello per la migliore sceneggiatura a Après Mai di Olivier Assayas. Miglior attore emergente l’italiano Fabrizio Falco, sia per il film di Ciprì che per Bella Addormentatadi Marco Bellocchio. Nella sezione Orizzonti il premio a Three Sisters, per Il Leone del Futuro premio Venezia opera prima Luigi De Laurentiis il Leone va al film Kuf del regista turco Ali Aydin.

Si spengono i riflettori.

 

(9 settembre 2012)

 

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook