Marco bellocchio: making off a cinecittÀ

GLI STUDIOS OSPITANO IL CAST DELL’ULTIMA FATICA DEL REGISTA

Domenica 21 ottobre si è tenuto, a Cinecittà, un incontro “intimo” per pochi fortunati studenti delle università romane e il cast di Bella addormentata, l’ultimo film di Marco Bellocchio sul discusso caso di Eluana Englaro. Presentati da Marco Mueller, direttore artistico del prossimo Festival Internazionale del film di Roma, erano presenti gli attori Piergiorgio Bellocchio e Alba Rohrwacher, il direttore della fotografia (non ché regista del film E’ stato il figlio) Daniele Ciprì, lo scenografo Marco Dentici, il compositore Carlo Crivelli, il critico Enrico Magrelli e infine, ovviamente, Marco Bellocchio.

L’evento non voleva essere una lezione di cinema e, dopo un inizio leggero, è entrato nel vivo spiegando quello che è il processo di realizzazione delle singole scene. Dopo la visione di alcuni estratti dal film, si sono valutati diversi aspetti della creazione di una scena, dalla fase di scrittura a quella di montaggio. Curioso scoprire il modo di lavorare di Bellocchio. Il regista ha spiegato di come la sceneggiatura sia praticamente in una costante fase di scrittura. Quello che si scrive non sempre risulta efficace sullo schermo. Viene così naturale modificare, cambiare, e cercare di trovare la giusta direzione per raccontare quello che si vuole far arrivare allo spettatore.

Non sono mancati gli aneddoti divertenti, come quello dell’attrice Alba Rohrwacher, svenuta durante una scena con Toni Servillo a causa della febbre. Oppure delle esigenze di Isabelle Huppert a cui hanno dovuto sopperire costumista, truccatori e anche lo stesso Daniele Ciprì, responsabile della fotografia.

Ciò che è stato chiaro fin dall’inizio è come, nella realizzazione di un film, sia fondamentale la piena collaborazione tra i vari reparti. Tra scene tagliate in fase di montaggio, colonna sonora studiata ad hoc e fotografia particolare per trasmettere l’animo dei personaggi, si è capito di come Marco Bellocchio non lasci nulla al caso.

L’iniziativa è stata, per i presenti, una buona occasione per cogliere, da chi ha fatto un pezzo di storia del cinema italiano, maniere e modi per realizzare delle scene. 

(22 ottobre 2012)

Valerio Amer

About Collaboratori Esterni 376 Articoli
Le migliori rubriche scritte dai nostri collaboratori