Romafictionfest: i cesaroni chiudono la seconda serata della kermesse

DALLA GARBATELLA PASSANDO PER L’ANTICA ROMA LA FAMIGLIA PIÙ AMATA DEL PICCOLO SCHERMO ARRIVA AL FESTIVAL

Che I Cesaroni siano stati per almeno tre stagioni una ventata d’ironia nelle case degli italiani questo è certo, come è certo che è anche ora di chiudere le finestre e lasciare fuori questa fiction che ormai è diventata solo un fastidioso spiffero.

La storia della famiglia allargata fondatasi sull’amore tra Giulio, oste romano di Garbatella, e Lucia, borghesotta insegnante divorziata da un medico spocchioso e milanese, che ha dato alla luce anche la prole di due dei fratellastri che questa unione ha imparentato se nella scorsa stagione aveva perso smalto in questa sta cadendo totalmente nel ridicolo.

La puntata presentata in anteprima al Romafictionfest ha il proustiano titolo Alla ricerca del tempo passato e parte dal racconto di Cesare sulle origini del cognome della famiglia. Le origini dei Cesaroni, guarda caso, risalgono all’antica Roma ed ecco che l’intera famiglia viene trasportata indietro nel tempo e indossa vestiti dell’epoca dando vita alle parole dello zio oste. Degna del peggior film dei Vanzina la puntata scorre lenta riempendo gli 85 minuti con una becera ironia. Le idee che tenevano salde la trama originaria del telefilm sono decisamente finite lo conferma questa anteprima e il surreale andazzo che la quinta stagione sta prendendo. I bei tempi per la famiglia romana sono andati e, dopo una giornata in cui alla kermesse sono state presentate straordinarie serie televisive della BBC e ospitati geni della sceneggiatura del calibro di David Groyer, anche l’antica Roma, quella dei Cesaroni ovviamente, sembra più piccola che mai.

(1 ottobre 2012)

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook