Romafictionfest: omaggio a tony scott

ALLA KERMESSE DUE DEGLI ULTIMI LAVORI PRODOTTI DAL REGISTA

Al RomaFictionFest è giornata di memoria. All’insegna del ricordo di Tony Scott è stato trasmesso Labyrint una mini serie tv della BBC che non vuole essere un remake dell’omonimo cult anni 80’ ma una nuova storia tratta dal romando di Kate Mosse, pubblicato in Gran Bretagna nel 2005. La miniserie è prodotta in collaborazione dalla Scott Free dei fratelli Ridley e Tony Scott e la Tandem Communication, che avevano già lavorato insieme per l’acclamato I pilastri della Terra ed è proprio il seguito di quest’ultima, World without end ad essere il secondo omaggio a Tony Scott. la miniserie divisa in otto emozionanti appuntamenti, anche se non ha il fascino ammaliatore del precedente capitolo, riesce comunque a lasciare il segno. Il produttore, avvezzo già a raccontare storie di amori e di intrighi come è successo ne Il Gladiatore, qui inscena una vicenda tutta d’un pezzo che abbraccia un periodo molto importante per la nostra società. Nell’epoca delle grandi produzioni cinematografiche per la tv, Scott compone una storia epica, di otto ore, che non spegne la voglia di esplorare un universo così magico, pieno di miti e leggende: il Medioevo irrompe con tutta la sua violenza, il suo scetticismo e  la superstizione. Kingsbridge tra contadini, nobili, vittime e carnefici, dovrà di nuovo difendere il suo diritto all’auto-sussistenza. Solo un ponte potrà far sopravvivere il villaggio, ma tra interessi economici e bisogni vitali, cosa vince sempre? Un cavaliere dal passato segreto dovrà donare una speranza ad un villaggio affranto da soprusi e vessazioni.

La mancanza di Tony Scott è forte nell’aria.

 

 

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook