Romafictionfest: ripper street

LA VITA DI LONDRA DOPO JACK LO SQUARTATORE

Ripper street, presentato oggi al RomaFictionFest, è una produzione BBC che non vuole riproporre per l’ennesima volta la leggenda di Jack lo Squartatore ma più che altro si addentra in un giallo  ambientato nella Londra ancora sconvolta dalle uccisioni del killer.

Ripper Street è la storia di quegli uomini che hanno dato la caccia al più famoso serial killer di tutti i tempi senza trovarlo. Ripper Street quindi non è un altro procedurale rivolto alla storia della caccia allo squartatore, ma un viaggio romanzato nel cuore della vita del quartiere londinese in seguito al bagno di sangue dell’assassino rimasto per sempre anonimo.
Gli uomini che saranno protagonisti della serie della BBC sono l’Ispettore Edmund Reid (Matthew Macfadyen) – un detective che guarda avanti pur ossessionato da un tragico errore del passato, insieme a lui il fedele sergente Bennet Drake (Jerome Flynn) e la brillantezza mercuriale del chirurgo americano e un tempo detective per Pinkerton, il Capitano Homer Jackson (Adam Rothenberg), Reid cerca di portare la giustizia e lo Stato di diritto in un mondo che è sempre sull’orlo del caos.

L’idea è molto buona, gli attori sono bravi e la ricostruzione di una Londra straziata da una fitta nebbia di paura è straordinaria.

Il pilot caratterizza già ogni personaggio e se il pericolo di cadere nell’ennesima versione degli assassinii dello Squartatore sembra scongiurato quello di essere però ancora troppo vicini ad un banale giallo in vestiti d’epoca no, nonostante comunque ci si trovi davanti a un ottimo prodotto televisione che, come accade sempre più spesso in questi anni, strizza visibilmente l’occhio al cinema per la qualità di regia, fotografia e cast.

(1 ottobre 2012)

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook