Serie tv: i 10 migliori cattivi del piccolo schermo

METTONO I BASTONI TRA LE RUOTE AI NOSTRI BENIAMINI EPPURE SONO IRRESISTIBILMENTE CRUDELI

Il cordoglio per la morte di Larry Hagman da parte soprattutto dei fan della serie televisiva Dallas in cui l’attore ha interpretato sin dall’inizio il crudele J.R. ha palesato quanto anche i cattivi degli shows televisivi siano amati dal pubblico, nonostante il loro ruolo e la loro capacità di mettere i bastoni tra le ruote, molto spesso in modi del tutto amorali e poco consoni a quelli che invece sono i beniamini. Gli eroi.

Ecco quindi una classifica dei 10 migliori cattivi del piccolo schermo:

1-Fosse solo per la longevità del protagonista al primo posto non possiamo che mettere J.R. il quale nell’immaginario collettivo è dal 1978 il cattivo per eccellenza del piccolo schermo: espressione spavalda, cappello alla texana all’ombra del quale per anni è stato l’affarista senza scrupoli, lingua tagliente, ambizioso e diabolico. È il più simpatico cattivo di ogni serie;

2- Siamo ora abituati a vederlo nel ruolo del genio ma Michael Emerson è stato per anni “il cattivo” dell’amatissima serie televisiva Lost. L’importanza del suo personaggio, Benjamin “Ben” Linus, viene sottolineata solo a partire dalla terza stagione ma il Dio del male, il manipolatore che è stato nello show è forse uno dei migliori cattivi che la storia della televisione ha caratterizzato;

3- Il terzo posto va a un vampiro e tra i tanti che il piccolo schermo propina sicuramente quello che merita questa posizione è Russell Edginton (Denis O’Hare) che in True Blood con la scena in cui strappa, in diretta, la spina dorsale al conduttore per poi annunciare lo sterminio dell’umanità per concludere, dopo un sorrido perfido e ironico, dando la linea al meteo è entrato nell’olimpo dei malvagi. Un cattivo che adora esserlo ed ha carisma da vendere. Una soddisfazione!;

4- Ma la cattiveria è femmina e la prima di questa classifica non poteva non essere Cersei Lannister (Lena Heady)di Il trono di spade. Ma una madre che mette al mondo un figlio e poi lo fa giacere solo con i fratelli e uccide i bambini è veramente cattivissima.

5- Ritorniamo un po’ indietro nel tempo fino ad arrivare all’epoca di Twin Peaks storica serie televisiva degli anni 90’ in cui il cattivo era Bob (Frank Silva) l’impersonificazione del male: fantasma, presenza inquietante, stupratore e uccisore seriale di ragazze, drogato, fanatico. Pochi hanno reso le notti più insonni di lui;

6- C’è chi cattivo ci nasce e chi cattivo ci diventa come nel caso di Angel (David Boreanaz) che viene rimpiazzato dall’alter ego Angelus, in Buffy the Vampire Slayer, dopo essere stato privato dell’anima: si è reso protagonista delle peggiori nefandezze, incluse la tortura e l’omicidio degli amici della sua ex amata;

7-Restando nel soprannaturale in Supernatural ci sono due mitologici malvagi, Lucifero e Lilith, che vogliono niente di meno che scatenare l’Apocalisse sulla terra e annientare la razza umana per mano di demoni infernali;

8- Piedi per terra, almeno per un attimo, almeno per quanto si possano considerare per terra i piedi quando si parla dei personaggi di Gossip Girl. E per una volta non è Chuck Bass a essere nominato, infondo lui ama B. e si redime, ma Georgina Sparks (Michelle Trachtenberg) che alla cattiveria, diabolica e umana, che la contraddistingue va aggiunta la sua onnipresenza e la gratitudine, molto spesso, di aver movimentato le storie dei giovani abitanti dell’Upper East Side;

9- Dalle favole di Manhattan a quelle dei libri ed ecco che la cattiva per eccellenza, sia nei romanzi che nella serie Once upon a time, ovvero la Regina che da la mela avvelenata a Biancaneve (Lana Parrilla) nello show si mette anche a strappare cuori e a distruggere la vita di tutti gli abitanti di Storybrooke. Perché sono al nono posto? Perché ama follemente suo figlio.

10- L’ultimo posto per cattiveria, considerando chi ha occupato quelle precedenti, è di Sue Sylvester (Jane Lynch) la nemica giurata di tutti i Glee Club del mondo.

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook