Torino film festival: parte la 30esima edizione

IL TFF COMPIE 30 ANNI E VUOLE CELEBRARSI AL MEGLIO

30 anni sono un compleanno importante per tutti, figuriamoci per un festival del cinema. 223 film, 70 lungometraggi, 81 anteprime italiane, 43 anteprime mondiali, 13 anteprime europee e 11 anteprime mondiali: ecco qualche numero di questa 30esima edizione del Torino Film Festival, che apre domani i battenti con la proiezione di Quartet il primo film da regista di Dustin Hoffman, alla presenza di Gianni Amelio, direttore artistico del 30TFF, Claudia Gerini, madrina della serata di premiazione e Paolo Sorrentino, il regista che ha accettato di presiedere la giuria Internazionale che assegnerà il premi della sezione Torino 30, tra i 16 film (rigorosamente opere prime, seconde o terze) selezionati per partecipare al concorso.

Il Torino Film Festival quest’anno, proprio per celebrare il suo 30esimo compleanno, ha in serbo per gli spettatori tante novità. La più importante è certamente la sezione Torino XXX, dove saranno presentati gli ultimi lavori di alcuni registi che negli anni scorsi, quando ancora erano degli illustri sconosciuti, hanno vinto al TFF o hanno anche semplicemente partecipato con un loro film. Tra i nomi illustri che hanno concesso al Festival di mostrare la loro opera ci sono: Koji Wakamatsu, recentemente scomparso, Pablo Larrain, Tonino De Bernardi, Leos Carax, Sean Baker, Lenny Abrahamson e Matteo Garrone, che però presenterà il suo primo lungometraggio del 1996, dato che la sua ultima pellicola, Reality, è stata nelle sale cinematografiche di recente.

Non mancheranno ovviamente le sezioni come Festa Mobile, dedicata ai migliori lavori cinematografici dell’anno in corso in cui si possono segnalare pellicole come Anna Karenina, Ginger & Rose (film di chiusura del Torino Film Festival), Blancanieves, A Liar’s Autobiography, Ruby Sparks, Shadow Dancer e Good Vibrations. Non mancherà l’horror e non mancheranno nemmeno i personaggi inquietanti grazie a Rapporto confidenziale, con pellicole come Christmas with the Dead, Come Out and Play, K-11, Chained e soprattutto The Land of Hope di Sion Sono. TFFdoc, Onde e la retrospettiva dedicata a Joseph Losey concludono, anzi arricchiscono, questo 30TFF.

Per quanto riguarda i premi, è già stato assegnato ad Ettore Scola il Premio Gran Torino; premio tra l’altro assegnato anche a Ken Loach che però ha rinunciato per protesta. Tanti gli ospiti che hanno deciso di confermare la loro presenza a questa edizione del TFF e che passeranno a Torino per festeggiare i 30 anni della kermesse all’ombra della Mole Antonelliana: Antonio Albanese, Altan (che ha disegnato la locandina ufficiale del festival), Ambra Angiolini (madrina della serata di chiusura del TFF), Fernando Arrabal, Carlo Bachschmidt, Karl Baumgartner, Sophie Blondy, Margherita Buy, Felice Cappa, Lou Castel, Luciana Castellina, Michel Ciment, Francesca Comencini, Pappi Corsicato, Carlo Cotti, Gloria De Antoni, Susana De Sousa Dias, Anna Di Francisca, Luigi Faccini, Pierfrancesco Favino, Ilaria Fraioli, Matteo Garrone, Claudia Gerini, Marco Tullio Giordana, Valeria Golino, Miguel Gomes, João Rui Guerra da Mata, Ken Jacobs, Terrill Lee Lankford, Joe Lansdale, Paul Laverty, Marek Losey, Patricia Losey, Jennifer Lynch, Miki Manojlovic, Alina Marazzi, Neri Marcorè, Franco Maresco, Francesco Ranieri Martinotti, Mario Masini, Giovanna Mezzogiorno, Morando Morandini, Francesco Munzi, Yousry Nasrallah, György Pálfi, Luca Pastore, Hila Peleg, Giuseppe Piccioni, Marina Piperno, Constantin Popescu, Joana Preiss, Alessandro Preziosi, Domenico Procacci, James Quandt, Michele Riondino, João Pedro Rodrigues, Riccardo Scamarcio, Filippo Scicchitano, Daniele Segre, Michele Serra, Paolo Sorrentino, Jules Stewart, Tchéky Karyo, Filippo Timi, Daniele Vicari, Werner Weick.

 

About admin 2554 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook