Grey’s anatomy: finale mid season

DOVE SIAMO ARRIVATI NEL MEDICAL DRAMA PIÙ AMATO DEL PICCOLO SCHERMO

ATTENZIONE! La nona stagione di Grey’s anatomy arriverà in Italia a gennaio su Fox. I finali di mid season dei quali parleremo in questo articolo e in quelli che verranno seguono la programmazione americana quindi sono SPOILER!

L’inizio di questa nona stagione di Grey’s anatomy è stato drammatico. L’incidente aereo che ha colpito gran parte dei personaggi della serie aveva scosso l’equilibrio di tutte le story lines e dell’intero show. Mark Sloan dopo aver lottato tra la vita e la morte ora non c’è più, la piccola Grey già dalla prima puntata di questa stagione ha lasciato la serie, Arizona non ha più una gamba e Stranamore ha avuto gravi lesioni alla sua mano e, nonostante l’intervento di Cally, fino ad ora, non è ancora in grado di operare. Anche Christina, la forte Christina, si è scoperto che ha accusato il colpo dell’incidente avendo un violentissimo crollo psicologico che, una volta assopito, l’ha portata ad andare via dal Seattle Grey’s.

Questa valle di lacrime però, con l’andare avanti degli episodi si è asciugata e la prima parte dello show, dedicata soprattutto al post incidente, sembra essersi conclusa con l’ultimo episodio prima della pausa invernale che durerà sino al 10 gennaio. I personaggi hanno ritrovato un nuovo equilibrio che, si sa come Grey’s insegna, verrà sicuramente spezzato nella seconda parte di questa stagione.
Ma per ora, attendendo sviluppi magari meno tragici dei precedenti, ecco dove siamo arrivati: dopo una faticosissima terapia Arizona finalmente sembra, quasi, aver fatto pace con l’idea di non avere più una gamba. 
È tornata in ospedale e il suo rapporto con Cally pare più tranquillo dopo averla incolpata per l’accaduto (Cally ha deciso di tagliarle l’arto in cancrena contro la sua volontà).

Stranamore e Meredith, coppia d’oro della serie, in questa stagione se ne sono stati un po’ in sordina o così è sembrato essendo noi spettatori abituati a vederli lottare per la sopravvivenza del loro. Il picco della loro relazione, minata solo dalla condizione del braccio di Dereck che dopo un nuovo intervento in cui la sorella gli ha donato dei nervi per rendere di nuovo la mano funzionante, è arrivato nella settima puntata di questa serie in cui si scopre che Mer è incinta e rumors dicono che stavolta il bambino nascerà, nonostante l’ostile utero della dottoressa.
La coppia più interessante di questa nona serie è sicuramente quella composta da Owen e Christina: lei dopo essersi allontanata dall’ospedale ritorna perché rivoluta dal roscio di fuoco, lui non smette di amarla ma le chiede il divorzio perché scopre di essere coinvolto in qualche modo nell’incidente dato che è stato lui a scegliere una compagnia più economica per l’ospedale.
La mid season si chiude con un bacio appassionato tra i due che, conoscendoli, non è detto risolva tutto.

Avery e Kepner (ripresa da Owen, dopo non aver passato l’esame, in una fattoria) dopo aver dato amplio spazio alla loro passione non priva di sensi di colpa cattolici da parte di April sembrano aver deciso, non con serenità, di troncare. Ma sguardi ammiccanti fanno presupporre che la rottura non sia affatto definitiva.

Ma la vera protagonista di questo finale di mid season è la Bailey che, a un passo dalle nozze con bell’anestesista, non arriva all’altare perché Adele, moglie dell’ex capo, viene ricoverata. Alla fine i due si sposeranno?
Lo sapremo tra poco più di una ventina di giorni.

Drammi eccessivi a parte la grandezza di Grey’s anatomy in questi nove anni di programmazione è stata quella di seguire il cambiamento di ogni personaggio rendendo veritiera la sua crescita (tolto Karev che ogni volta si ritrova a star dietro alla tipa problematica di turno). Forse le situazioni che in ogni serie hanno spaccato la quotidianità sono state eccessive (sparatorie, aerei caduti, gente che affoga…) ma il percorso dei protagonisti, mai uguali a se stessi eppure riconoscibili, è la grandezza di questo programma che sembra non voler invecchiare.

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook