Paolo villaggio oggi compie i suoi primi 80 anni

“NON HO PAURA DELLA MORTE PERCHÈ HO IL SOSPETTO DI SOPRAVVIVERE”

“L’ho incontrato per la prima volta a Pocol, sopra Cortina; io ero un ragazzino incazzato che parlava sporco; gli piacevo perché ero tormentato, inquieto e lui lo era altrettanto, solo che era più controllato, forse perché era più grande di me e allora subito si investì della parte del fratello maggiore e mi diceva ‘Guarda, tu le parolacce non le devi dire, tu dici le parolacce per essere al centro dell’attenzione, sei uno stronzo’”. Così Fabrizio De Andrè parlava del suo grande amico Paolo Villaggio amico che poi col tempo è diventato anche collaboratore del cantautore in alcuni testi come Il Fannullone e Carlo Martello.

Scrittore e attore Paolo Villaggio è noto soprattutto per aver creato e interpretato poi al cinema l’ingegner Ugo Fantozzi e oggi, nel giorno del suo 80simo compleanno afferma “quarantenni, cinquantenni sconfitti di oggi mi ringraziano per averli liberati dall’incubo di sentirsi soli” grazie proprio a quel personaggio.

La carriera di Villaggio iniziò negli anni 50’ nella Compagnia goliardica Mario Baistrocchi che ha dato i natali artistici anche a Fabrizio De André, Enzo Tortora, Carmelo Bene. Alla fine degli anni 60’ è Maurizio Costanzo che gli consiglia di iniziare a esibirsi nei cabaret romani e così il salto verso il piccolo schermo con Quelli della domenica, prima, e È domenica ma senza impegno i suoi personaggi come Frakkia e Kranz diventano idoli del grande pubblico. È in quei programmi che nasce anche il personaggio di Fantozzi raccontato dallo stesso attore in terza persona con monologhi che poi vengono pubblicati su L’Espresso e L’Europeo fino a confluire, nel 1971, in una raccolta Fantozzi e da lì nasce il mito e i seguenti libri e film dal 1974 in poi.

Agli inizi degli anni 70’ la collaborazione con Vittorio Gassman lo porta nell’Olimpo della commedia all’italiana grazie anche all’idea di Monicelli di girare il sequel dell’Armata Brancaleone, Brancaleone alle crociate. Da quel momento in poi Villaggio si è destreggiato perfettamente tra cinema televisione, letteratura e teatro diventando uno dei personaggi più ecclettici del nostro spettacolo.

L’attore e autore quest’anno ha ricevuto il Premio Gogol per aver creato il personaggio di Fantozzi e vanta riconoscimenti come il Leone d’Oro alla carriera, il Pardo d’Onore e il David di Donatello. Villaggio festeggerà il compleanno ma nel 2013. Precisamente Venerdì 18 gennaio a Palazzo Tursi, a Genova, dove è nato, ci sarà una grande festa con 100 invitati. Parteciperanno Paolo Fresco, Renzo Arbore, Giuliano Montaldo, Dori Ghezzi, Gino Paoli e Renzo Piano. Neppure il futuro preoccupa Villaggio perché “ho il sospetto di sopravvivere”.

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook