Serie tv: È (quasi) tempo di mid season

NOVITÀ, “VECCHIE GLORIE” E CANCELLAZIONI IN TV RETE PER RETE, CANALE PER CANALE 

Siamo giunti alla fine dell’anno periodo che coincide con le vacanze natalizie e le feste e così anche le serie televisive si fermano: chi per qualche settimana, chi per qualche mese e chi per sempre. Sì perché purtroppo gli ascolti, e le pubblicità, fanno legge e non tutti gli shows si meritano il back 9 pick-up ovvero l’aggiunta di 9 nuovi episodi che fanno sì che una serie possa arrivare alla dignitosa quota di 22.

Questo accade però solo quando la fiction ha un buon seguito altrimenti, cercando di creare un dignitoso finale, senza se e senza ma, il programma viene ghigliottinato a quota 13 puntate come quest’anno succederà a nuovi 666 Park Avenue e Last Resort. Le serie invece che hanno avuto un buon successo ritornano dopo la pausa invernale dovranno vedersela con quelle che iniziano proprio durante la mid season, ovvero quelle che terranno compagnia gli spettatori da gennaio e sino a maggio giugno sperando in un seguito il prossimo anno.

Il lunedì la programmazione NBC ci delizierà con Deception, un mistery drama che andrà in onda a partire dal 7 gennaio in sostituzione di Revolution. Nella serie Meagan GoodVictor GarberKatherine LaNasa e Tate Donovan. In mid-season ritornerà sugli schermi anche una serie, alla seconda stagione, che abbiamo conosciuto nella passata stagione televisiva: Smash. Quest’anno la serie-musical dovrà darsi parecchio da fare se vorrà rimanere ancora in vita: i dati dell’anno scorso non sono stati proprio dei migliori, ma il rinnovo è comunque arrivato – anche perché la rete aveva bisogno di rinnovare qualcosa.

Quest’anno però lo show sentirà la mancanza del lead-in nello slot precedente di The Voice. Per febbraio è previsto anche il ritorno, dopo vari spostamenti, di Community; il 10 gennaio è invece la data dell’inizio della programmazione regolare (la premiere è prevista per il 17 dicembre) per la sitcom 1600 Penn con Bill Pullman. Sono altre tre, invece, le serie che non hanno ancora una data ma che sono sempre previste per la messa in onda in mid-season: Do No Harm, drama basato su Dr. Jeckyll e Mr. Hyde, la trasposizione in TV di Hannibal sviluppato da Bryan Fuller e la comedy Save Me.

Per quanto riguarda la Fox quasi tutte le serie nuove della rete non hanno ricevuto nessun segno d’incoraggiamento, ma non solo le new entry stanno andando male, anche serie che si pensava potessero essere colonne, come Glee e New Girl, perdono punti di rating settimana dopo settimana. Tutti gli occhi del network sono quindi puntatial palinsesto mid-season, in particolare alla nuova serie con Kevin Bacon, The Following.

Il thriller psicologico creato da Kevin Williamson è una delle nuove serie con le aspettative più alte, e si spera che dopo la grande attesa non si riveli l’ennesimo buco nell’acqua. anche FOX ha la sua serie che ritorna dopo essere stata rinnovata per un pelo: Touch, l’1 febbraio. Sul lato comedy è, invece, in arrivo una serie scritta dai creatori di How I Met Your Mother, Carter Bays e Craig Thomas, The Goodwin Games.

La CBS a differenza della sua concorrente ha in teoria pronta una nuova comedy che sarebbe prevista per la mid-season, Friend Me, ma la recente scomparsa del suo produttore – nonché produttore di numerose serie comedy di varie reti – Alan Kirschenbaum ha messo il network davanti al bivio e al dubbio se mandarla in onda oppure no. Nel frattempo i capoccioni della produzione pare vogliano mandare temporaneamente in onda delle repliche di Two and Half Men e 2 Broke Girls per tappare il buco nel palinsesto. Tra le new entry spicca invece Elementary, che si porta a casa una stagione completa; per il nuovo anno è previsto anche un ennesimo crime drama: Golden Boy.

La ABC dopo la cancellazione di Last Resort e 666 Park Avenue ci sono tre serie che dovrebbero fare il loro esordio in mid-season troviamo: Zero Hour, serie cospirativa che debutterà nel mese di febbraio; Mistresses, con Alyssa Milano, che era prevista inizialmente per maggio ma probabilmente verrà anticipata; mentre della serie Red Widow, basata su un drama olandese, non si ha una data ma solo un indicativo 2013. 

LA CW invece sta avendo qualche successo grazie ad Arrow, che sta ottenendo dei risultati positivi, ovviamente in proporzione al network e alle sue medie di rating. CW ha ordinato una stagione completa anche per Beauty and the Beast nonostante gli ascolti non siano molto incoraggianti; d’altro canto, invece, Emily Owens MD sta andando verso il baratro, sempre che già non ci sia arrivata. Ma il network sembra dare il suo meglio con le serie per famiglie: in mid-season la rete farà risorgere uno dei personaggi più conosciuti della TV, Carrie Bradshaw di Sex and the City (interpretata originariamente da Sarah Jessica Parker), con la serie The Carrie Diaries (dal 14 gennaio).

Lo show, costruito come prequel di SATC, sarà ambientato nel 1984, e ci si aspetta che possa portare numerosi spettatori verso il canale, magari molti dei vecchi fan, o almeno questo è quello che CW spera. Altra serie pronta per il palinsesto di metà anno è Cult, mistery drama con Jessica Lucas e Robert Knepper, prodotta da Josh Schwartz (The O.C., Chuck, Gossip Girl). 

About Redazione Film4Life 1261 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook