Shooting stars 2013: tra i nominati luca marinelli

I “GIOVANI” ATTORI PIÙ BRAVI DI EUROPA RICOMPENSATI ALLA PROSSIMA BERLINALE

Quest’anno, dieci eccezionali giovani attori europei sono stati selezionati per le 2013 Shooting Stars, ossia le stelle emergenti dall’ European Film Production (EFP). La ricompensa sarà data durante la 63esima Berlinale e sarà diffusa dal 9 all’11 febbraio. La giuria è composta da professionisti internazionali dell’industria, i quali hanno scelto i giovani talenti per il loro lavoro in film e la loro potenziale capacità a espandere le loro carriere in tutto il mondo.

Alle origine, 27 candidati sono stati proposti per le selezioni finali, ma soltanto 10 sono stati scelti. Questo progetto annuo dell’ EFP – I migliori giovani attori europei – è finanziato dal programma MEDIA dell’Unione Europe, dai membri partecipanti dell’ EFP e infine il progetto è sostenuto dai suoi partner cooperativi.

I nominati parteciperanno ad un programma di tre giorni al momento della Berlinale, durante il quale saranno sottoposti a delle interviste con dei direttori di casting internazionali, varie presentazioni all’Industria del film di tutto il mondo, una conferenza stampa, delle sessioni fotografiche e un laboratorio teatrale.

L’Italia è rappresentata da Luca marinelli (nella foto in basso a destra) È stato nominato dall’Istituto Luce Cinecittà per il suo ruolo nel film Tutti i santi giorni di Paolo Virzì e per il suo ruolo nel film La solitudine dei numeri primi di Saverio Costanzo.  La giuria dice di lui che “la sua innocente e ipnotizzante presenza – una qualità rara e importante per un attore – illumina Tutti i santi giorni nel quale il suo gioco d’attore è molto raffinato e diverso da tutto quello che abbiamo già visto.”

Gli altri 9 SHOOTING STARS vengono da tutta l’Europa: il Danimarca è rappresentato da Mikkel Boe Folsgaard, la Finlandia da Laura Bim, la Francia da Christa Théret, la Germania da Saskia Rosendahl, la Repubblica del Kosovo da Arta Dobroshi, la Romania da Ada Condeescu, la Slovenia da Jure Henigman, la Svezia da Nermina Lukac e la Svizzera da Carla Juri