Cloud Atlas: censurati 40 minuti di film in Cina

TAGLIATE LE SCENE OMOSSESSUALI, DI SESSO E ALCUNI DIALOGHI

Ancora una volta gli abitanti della Cina non potranno godersi la visione integrale di un altro film, uno tra i più attesi dell’anno! Questa volta non ha passato il controllo della censura l’opera colossale dei fratelli Lana e Andy Wachowski insieme a Tom Tykwer, Cloud Atlas. I diretti interessati, secondo quanto scritto sull’Hollywood Reporter, non ne sono stati messi neanche a conoscenza.

Appresa la notizia, hanno comunque affermato che sicuramente la casa di distribuzione cinese, la Dreams of the Dragons, avrà fatto un buon lavoro, e che si fidano. Al fantasy sono stati però levati ben 40 minuti, riducendo così la versione a doco più di 2 ore. Il Dongfang daily scrive che le scene tagliate sarebbero quelle di sesso, tra cui probabilmente anche la sequenza dove l’atto d’amore è tra omosessuali, e diversi dialoghi troppo progressisti per il regime cinese.

Sicuramente quello cinese è un problema posto all’attenzione dei più da tempo. Ma se non fosse applicato il divieto, molte opere cinematografiche non arriverebbero proprio sul territorio asiatico, o non sarebbero viste dalla popolazione. La stranezza, è che regioni come Hong Kong, con un’amministrazione speciale ma sempre sotto il controllo della Repubblica Popolare Cinese, possono godere del privilegio della versione originale del film.

L’ultimo caso recente di censura era stato Skyfall.

About Valeria Vinzani 567 Articoli
"Il cinema non è solo un'esperienza linguistica ma, proprio in quanto ricerca linguistica, è un'esperienza filosofica".
Contact: Facebook