Leos carax contro la los angeles film critics association

IL REGISTA DI “HOLY MOTORS” RIFIUTA IL PREMIO COME MIGLIOR FILM IN LINGUA STRANIERA 

Pare che la moda sia il rifiuto. Dopo Ken Loach a Torino per il premio alla carriera, ecco che anche Leos Carax rifiuta il premio della Los Angeles Film Critics Association, la cui cerimonia si è svolta sabato 12 gennaio 2013.

Il regista di Holy Motors, adorato dalla critica (ma rimasto senza premio a Cannes) ha giustificato il suo rifiuto in un comunicato molto ironico, spiritoso e cinico, inviato all’associazione. Ecco come si difende:

Buongiorno mi chiamo Leos Carax, regista di film in lingua straniera. Ho fatto dei film in lingua straniera durante tutta la mia vita. I film in lingua straniera sono realizzati in tutto il mondo all’eccezione, ovviamente, degli Stati Uniti. Negli Stati Uniti si fanno solo film in lingua non straniera. I film in lingua straniera sono difficili da fare, perché si deve inventare una lingua straniera invece di usare la propria lingua. Ma la verità è che il cinema è una lingua straniera, una lingua creata per quelli che hanno bisogno di viaggiare per andare dall’altro lato della vita. Buona notte.”

Torto o ragione? Ad ogni modo buffa uscita pubblica per l’apprezzato cineasta!