Oscar 2013: totoscommesse sulle nomination

MOLTI TRA I FILM PAPABILI USCIRANNO TRA POCO NELLE SALE ITALIANE

Come sempre, l’inizio del nuovo anno corrisponde nel linguaggio cinematografico alla vicinanza della notte magica degli Oscar. Anticipati dalla consegna dei Golden Globe, che si terranno il prossimo 13 gennaio, le candidature che gareggeranno per l’ambita statuetta dorata saranno invece rese note il 10 gennaio per essere poi assegnate il 24 febbraio in diretta in tutto il mondo dal Dolby Theatre in Hollywood.

Quella di quest’anno è l’ 85esima edizione. Con il passare degli anni, l’Accademy è stata anche in grado di apportare modifiche e trasformarsi nella logica di un miglioramento del valore e dello stile della serata, tenendo sempre alta la qualità e il risultato del gala. La novità questa volta è stata introdotta nella votazione: i membri potranno infatti esprimere il loro parere direttamente online, in modo che la decisione sia presa in tempi che non vadano oltre il 4 gennaio. Un’ottima ottimizzazione del tempo, in fin dei conti.

Per quanto riguarda i totonomi che cominciano già a comparire nei magazines internazionali sui possibili vincitori, probabilmente dobbiamo attenerci in linea di massima alle candidature dei Golden Globe. I più attesi, quelli su cui più si scommette per il premio come miglior Film/Regia sono Argo di Ben Affleck, Django Unchained di Quentin Tarantino, Les Miserables di Tom Hooper, Lincoln di Steven Spielberg, Zero Dark Thirty di Kathryn Bigelow, Vita di Pi di Ang Lee, The Dark Knight Rises di Christopher Nolan, The Master di Paul Thomas Anderson.

Come miglior Attore invece, si punta su Daniel Day Lewis per Lincoln e Denzel Washington per Flight, anche se sono ben quotati anche Hugh Jackman per Les Miserables e Joaquin Phoenix per The Master.

Per il premio come miglior Attrice sembra che sfida sia tra Jessica Chaistan, strepitosa in Zero Dark thirty, Jennifer Lawrence per Silver Linings Playbook e Marion Cotillard per Un sapore di Ruggine ed Ossa.

Ancora poco dunque, e avremo nomi certi sui quali cominciare ad ipotizzare realmente. Nel frattempo, le uniche nominations di cui abbiamo prova sono quella per il miglior Film Straniero, che vi riportiamo qui sotto, e quella per i miglior Effetti Visivi.

Amour di Michael Haneke (Austria)
War Witch di Kim Nguyen (Canada)
No di Pablo Larrain (Cile)
A royal affair di Nikolaj Arcel (Danimarca)
Quasi amici di Olivier Nakache e Eric Toledano (Francia)
The Deep di Baltasar Kormakur (Islanda)
Kon-Tiki di Joachim Ronning e Espen Sandberg (Norvegia)
Oltre le colline di Cristian Mungiu (Romania)
Sister di Ursula Meier (Svizzera)

L’edizione di quest’anno sarà presentata dal cineasta Seth MacFarlane, regista del recente Ted.

Curiosità: quasi tutti i film che saranno protagonisti della serata, usciranno in Italia dopo la pubblicazione ufficiale della lista dei concorrenti per tutte le categorie. Avrete il tempo quindi, di recarvi al cinema per vedere i capolavori in gara e poter stilare anche voi una totoclassifica!

About Valeria Vinzani 567 Articoli
"Il cinema non è solo un'esperienza linguistica ma, proprio in quanto ricerca linguistica, è un'esperienza filosofica".
Contact: Facebook