Bafta 2013: tutti i vincitori

ARGO DI BEN AFFLECK CONQUISTA ANCHE LA CRITICA BRITANNICA

E dopo i Golden Globe, primo premio cinematografico dell’anno, arrivano a qualche settimana dagli Oscar, anche i premi della critica cinematografica britannica, i BAFTA. Al pari dei David di Donatello in Italia, per importanza, i riconoscimenti hanno sancito ancora una volta il successo di film già premiati: primo fra tutti Argo, thriller politico di Ben Affleck, che anche questa sera è riuscito a tornare a casa con una carrellata di premi tra cui Miglior Film, Miglior Regia, Miglior Montaggio. Per numero di “maschere” ottenute, tengono testa anche i possibili sfidanti agli Oscar Django Unchained e Les Misérables.

Qui sotto tutti i vincitori per ogni categoria, e a fine articolo vi proponiamo la gallery con alcuni dei protagonisti della serata!

MIGLIOR REGIA: Ben Affleck con Argo

MIGLIOR FILM: Argo di Ben Affleck

MIGLIOR FILM BRITANNICO: Skyfall di Sam Mendes

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA: Daniel Day Lewis in Lincoln

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA: Emmanuelle Riva in Amour

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA: Christoph Waltz in Django Unchained

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA: Anne Hathaway in Les Misérables

MIGLIOR FILM D’ANIMAZIONE: Ribelle – The Brave

MIGLIOR FILM STRANIERO: Amour di Michael Haneke

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE: Django Unchained di Quentin Tarantino

MIGLIOR SCENEGGIATURA ADATTATA: Il lato positivo di David O. Russell

MIGLIOR MONTAGGIO: William Goldenberg per Argo

MIGLIOR FOTOGRAFIA: Claudio Miranda per Vita di Pi

MIGLIOR COSTUMI: Jaqueline Durran per Anna Karenina

MIGLIOR TRUCCO: Lisa Westcott per Les Misérables

MIGLIOR COLONNA SONORA: Thomas Newman per Skyfall

MIGLIOR SONORO: Simon Hayes, Andy Nelson, Mark Paterson, Jonathan Allen, Lee Walpole, John Warhurst per Les Misérables

MIGLIORI EFFETTI VISIVI: Bill Westenhofer, Guillaume Rocheron, Erik-Jan De Boer, Donald R. Elliott per Vita di Pi

MIGLIOR DOCUMENTARIO: Searching for sugar

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO: Swimmer

MIGLIOR CORTO D’ANIMAZIONE: The Making of Longbird

MIGLIOR DEBUTTO BRITANNICO: Bart Layton e Dimitri Doganis per The Imposter

 

About Valeria Vinzani 567 Articoli
"Il cinema non è solo un'esperienza linguistica ma, proprio in quanto ricerca linguistica, è un'esperienza filosofica".
Contact: Facebook