Il lato positivo: recensione film

LA NUOVA COMMEDIA DOLCEAMARA DI DAVID O. RUSSEL

GENERE: commedia

DATA DI USCITA: 7 marzo

Potrebbe essere stato quasi catartico per David O. Russel il dirigere questo film la cui parola d’ordine compare fin dalle prime scene: excelsior.

La storia tratta dal romanzo di Matthew Quick narra dell’amicizia che nasce tra Patrick (Bradley Cooper), un uomo appena uscito da un ospedale psichiatrico e affetto da sindrome bipolare e Tiffany (Jennifer Lawrence), una ragazza dalla personalità decisamente sopra le righe rimasta vedova troppo presto.

La loro relazione tra alti, bassi e il fantasma di Nikki, moglie mai dimenticata da Patrick, viene diretta magistralmente dal regista che in passato è stato affetto da problemi di gestione della rabbia e che sembra quasi, in questo film, volersi raccontare, parlando di una rinascita non diversa dalla sua.

L’ambientazione essenziale fa sì che la storia sia diretta incentrandosi soprattutto sulle personalità dei due protagonisti che vengono delineate alla perfezione attraverso azioni e dialoghi sempre realistici contando la dimensione dell’assurdo delle menti dei persobaggi.

Sia Cooper che la Lawrence sono sbalorditivi nel raccontare in una recitazione, molto veloce e non sempre facile, le personalità che interpretano. Il tutto viene poi abbellito da due attori del calibro di Jackie Weaver e Robert de Niro nelle vesti dei genitori di Patrick, irresistibile contorno di alcune esilaranti scene.

Silver linings playbook (titolo originale della pellicola) è una commedia dolceamara e per tre quarti estremamente originale sia nella sceneggiatura che nelle interpretazioni.

L’unica pecca sta nel finale troppo scontato e già immaginabile nella prima parte del film.

Ma d’altronde una conclusione diversa sarebbe sembrata forzata lì dove due anime si incontrano nella loro gemella follia.

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook