The blue umbrella: vi sveliamo il nuovo corto pixar

SASCHKA UNSELD RACCONTA IL SUO LAVORO, CHE VEDREMO PRIMA DI “MONSTERS UNIVERSITY” 

A breve vedremo il nuovo film Pixar sugli grandi schermi Monsters University, e prima di ogni proiezione potremmo vedere il corto The Blue Umbrella di Saschka Unseld, prodotto da John Lasseter. Questo è il primo esperimento nella grafica foto realistica della casa Pixar.

Il tema è quello internazionale e comune: quello dell’innamoramento.  I protagonisti sono due ombrelli, uno blu e uno rosso che sono in mezzo a una folla di ombrelli grigi durante una giornata di pioggia. Ovviamente i due si innamorano e vengono separati. L’ombrello blu farà di tutto per ritrovare la sua amata, nonostante le ritrosie del padrone. Vi ricorderà sicuramente l’ultimo corto di Disney Paperman, la quale storia è più o meno uguale. Sarà che la gente risente sempre di più il bisogno di romanticismo? La differenza in The Blue Umbrella è la realizzazione da Pixar, il che significa dettagli mostruosi idee innovative e atteggiamenti da grandissimi autori.

Ha dichiarato che all’inizio voleva girare il corto con un semplice cellulare, modificandone le immagini per risparmiare tempo, ma alla fine, la CG foto realistica è stata adottata. Il live action prevedeva troppe costrizioni tra la quali le comparse, la chiusura di una strada per le riprese, il tracking dei movimenti di camera, ecc. Alla struttura da film, il regista a preferito il “ controllo totale che ti dà l’animazione pura”. Aggiunge che “Il fotorealismo rende al meglio la magia della città che prende vita, i tombini che sorridono, le finestre che diventano occhi”.

Per arrivare a questa illusione di realtà, Unseld ha usato le medesime risorse di rendering che sono state usate per Ribelle-The Brave, cioè la fase finale dell’animazione al computer in cui tutti i dettagli e le informazioni vengono finalizzate e le immagini sono arricchite dei dettagli programmati nelle altre fasi. Sfortunatamente, il corto non sarà messo online, almeno non nell’immediato. Sarà presentato ai festival come questo di Berlino e poi quello di SXSW.

I corti sono molto importanti per John Lasseter, produttore esecutivo, e se ne occupa in prima persona. Infatti è il più dedicato membro del board di registi in quanto riguarda i corti. Visto i suoi precedenti successi (Toy Story, The Brave, ed è lui che ha prodotto Paperman…) siamo sicuri che il corto sarà apprezzato da tutti.