Dreamworks animation in crisi: licenziamenti in vista

LA MAJOR DI ANIMAZIONE DIRETTA DA KATZEMBERG PRESENTA CONTI IN ROSSO

La situazione è molto più grave del previsto! La DreamWorks Animation è in crisi vera. Stiamo parlando della società di animazione produttrice di film come Shrek e Madagascar e di molti altri “cartoon” d’autore, che dopo il fiasco tonante de Le 5 leggende  sta valutando il licenziamento del 20% dei suoi dipendenti, a molti dei quali, stando alle nostre fonti privilegiati, è già arrivata la lettera che ne sancisce il divorzio professionale.

Licenziamenti davvero obbligati per Jeffrey Katzenberg? “Mentre Le 5 leggende non ha raggiunto il livello di successo al box office che ci aspettavamo, abbiamo realizzato una serie di cambiamenti nel nostro listino futuro che crediamo ci faranno posizionare bene nei prossimi due anni”, dichiara il patron.

Le azioni DreamWorks Animation quotate a Wall Street stanno scendendo di circa il 3%, a 16,25 dollari e, come sappiamo, il business economico in America conta più che ogni altro fattore. Imprecisati gli esuberi dagli uffici sparsi per la California, specie su Los Angeles dove i dipendenti in uscita hanno già cominciato a guardarsi intorno, inviando cv a raffica.

Numeri alla mano, con 25 film prodotti dal 1998 ad oggi, la Dreamworks ha incassato nella sua breve storia ben  10 miliardi e 443.8 milioni di dollari in tutto il mondo, non certo spiccioli, e ora intende rilanciarsi con alcuni progetti nuovi di zecca, con cui conta di tornare ai fasti dei primi anni duemila, sarà vero? Per primi in arrivo The Croods il prossimo 22 marzo 2013 e Turbo, il 19 luglio. 

About admin 2553 Articoli
CURIOSI DI CINEMA
Contact: Facebook