Tribeca film festival: the director

FRIDA GIANNINI SI PRESTA AL GIOCO DELL’INTERVISTA PER CHRISTINA VOROS E JAMES FRANCO

Ecco un documentario sul direttore creativo della casa Gucci Frida Giannini. Ovviamente, si parla di moda e la regista Christina Voros vuole dimostrare perché trova la Giannini tanto interessante, gli amanti di moda non si possono perdere questo documentario.

Il film inizia con il sottotitolo “un’evoluzione in tre atti”: “Il Presente” che fa riferimento ai primi anni della casa, la famiglia e i primi lavori compiuti; “Il Futuro” dove Giannini parla dei diversi mercati, di quello cinese e di quanto fosse sbagliato parlarne come mercato “emergente” visto l’importante livello al quale è arrivato. Infine, “Il Passato” parla un po’ degli interessi di Giannini negli Archivi di Gucci, insistendo comunque sull’ultima passerella della collezione uomo. 

Possiamo vedere la Direttrice dirigere e dare consigli ad un giovane ragazzo che non sa come comportarsi in passerella, paziente e chiara. Pazienza che non ritroviamo quando parla con i suoi collaboratori. Assistiamo ad un momento dove le collezioni le vengono mostrate e lei rifiuta tutto, con tanto di critica e sarcasmo, con un commento “Penso siano tutti tristi”.

La sua franchezza risalta in questo passaggio del documentario e, tutto sommato alla fine della proiezione, emerge un quadro chiaro per cui la Giannini sa farsi apprezzare, sa quello che vuole e lo ottiene facilmente.