Bellaria film festival: al via la 31ma edizione

DAL 30 MAGGIO AL 2 GIUGNO LA FESTA DEL CINEMA INDIPENDENTE ITALIANO

Fondato nel 1983, il Bellaria Film Festival è oggi alla sua trentunesima edizione. Dal 30 maggio al 2 giugno, infatti, la località romagnola di Bellaria Igea Marina lascia spazio a questa che è stata una delle prime testimonianze di cinema indipendente italiano.

Oggi, 31 maggio, giorno importante sia per la proiezione dei documentari in concorso, sia per l’incontro con Daniele Vicari e la consegna al medesimo del Premio Speciale CASA ROSSA alla Carriera.

Breve sunto dei film di oggi:

L’ Ultimo Pastore di Marco Bonfanti: racconta la formidabile esperienza di Renato Zucchelli, l’ultimo pastore nomade di una metropoli come Milano, che col suo animo fiabesco è riuscito a trasmettere il valore della libertà e l’importanza dei sogni facendosi scudo con il suo desiderio più grande: portare il gregge tra i vicoli della città per mostrarlo ai bambini che mai lo hanno visto perché protagonisti di una realtà che non è più quella di una volta.

Nadea e Sveta di Maura Delpero: racconta la forza di due donne moldave costrette ad emigrare in Italia per cercare lavoro e a lasciare i propri figli nella loro terra madre. Si toccano temi quali la solitudine (con cui Nadea si trova a combattere dopo il ritorno in Moldavia di Sveta), la ricerca del proprio io, della propria ‘casa’, la maternità e la solidarietà di due amiche.

Noi non siamo come James Bond di Mario Balsamo e Guido Gabrielli: mette a confronto la disinvoltura di un uomo immortale incarnato da Sean Connery , un ideale di virilità forte e sicura, con l’inadeguatezza di uomo comune che si trova a dover combattere con l’arrivo di una cruda malattia inaspettata (che in maniera diversa ha colpito entrambi i registi); una malattia che ha la forza di sconvolgere e distruggere la normalità dell’esistenza., ma di valorizzare l’animo nel profondo.

Lovebirds-Rebel Lovers in India di Gianpaolo Bigoli: la testimonianza di coppie di amanti che pur di mantenere integra la loro identità sentimentale, mettono a repentaglio la loro vita scappando da una realtà che non accetta un’ unione tra caste diverse. Pensieri che rispecchiano quelli di coloro che in India vengono chiamati ‘Lovebirds’:gli inseparabili.

A chiudere, l’importante incontro con Daniele Vicari  il quale verrà omaggiato per aver saputo raccontare, in maniera surrealistica ma documentata, i cambiamenti di una società come la nostra in continua evoluzione. Esempio più emblematico del suo lavoro: ‘La nave dolce’, un capolavoro che mette a nudo l’Italia vista a quei tempi come una terra di approdo, simbolo di speranza e di rinascita per chi era attratto dal miraggio di una vita migliore, sporcata però dalla colpa di aver ingannato chi credeva ancora di potersi salvare.

Un evento da non perdere quello di Bellaria. Un momento per confrontarsi con grandi tematiche di forte attualità. Un momento per guardarsi dentro e tanti altri per divertirsi e nutrirsi di una delle forme d’arte più belle in assoluto: il cinema.

About Francesco Buosi 376 Articoli
Onnivoro cinematografico e televisivo, imdb come vangelo e la regia come alta aspirazione.
Contact: Facebook