World war z: dal libro al film

MAX BROOKS, AUTORE DEL LIBRO OMONIMO, MANTIENE LE DISTANZE DAL PROSSIMO FILM IN USCITA A GIUGNO IN ITALIA

Lo immaginavamo, ma ora ne abbiamo la conferma: il nuovo colossal fantascientifico diretto da Marc Foster e prodotto, tra gli altri, da Brad Pitt, non avrà nulla a che vedere con il libro omonimo di Max Brooks, World War Z. La guerra mondiale degli zombi del 2006.

Lo rende noto, lo stesso autore del libro, il quale ci ha tenuto a precisare che l’unica cosa in comune con il film, è il titolo. 

Max, figlio del grande Mel Brooks e dell’attrice Anne Bancroft, conosce il mondo di Hollywood, perciò è a conoscenza che un film dalla produzione di 200 milioni di dollari, non può che essere un prodotto distante anni luce dal suo libro e questo perché, in molti vogliono metterci mano.

Sapevo che lo avrebbero riscritto” ha dichiarato Max Brookssono cresciuto a Hollywood, sapevo che sarebbe passato attraverso un milione di cambiamenti“.

Durante le numerose fasi di revisione dello script la produzione ha tentato di invitare Max a dargli un’occhiata, ma lui ha sempre rifiutato :”Ho detto – perchè dovrei leggerlo? – Questo non è il film che farete, voi farete revisioni e girerete nuovamente delle sequenze. Questo è quello che accade quando tu fai un film gigantesco. Se non mi hai invitato a contribuire allora mi sta bene. Vai e fai il film che vuoi girare e io lo vedrò quando sarà pronto“.

Nel film, ispiratosi comunque direttamente al libro di Brooks, una terribile infezione di zombie si scatena a New York e nel resto del globo. I governi di tutto il mondo cercheranno di salvare la cultura umana (quadri, libri, opere d’arte…) e il maggior numero di persone. Ben presto il cittadino Gerry Lane e la sua famiglia dovranno fare di tutto per sopravvivere al terribile virus.

Non posso garantire che il film sarà come il libro che tutti amano. Io non ricopro alcun ruolo per poter dire alla gente di andare a vedere questo film o no. Se qualcuno però me lo dovesse chiedere io direi di vedere il film come tale e giudicarlo come un film“. Continua Max Brooks.

In definitiva, nulla di nuovo sotto al sole: il film è una cosa diversa dal libro, come sempre del resto.

Dopo il 27 Giugno 2013, data di uscita del film, avremo modo di parlarne ancora.

 

About Valentina Calabrese 326 Articoli
Critica e ufficio stampa free lance si autodefinisce "agonista del cinema".
Contact: Facebook