Locarno 66: il programma del festival

carlo chatrian IL NEO DIRETTORE CARLO CHATRIAN ANNUNCIA PROGRAMMA E OSPITI

Un festival di frontiera“, è come definisce la 66esima edizione del Festival del Film di Locarno, Carlo Chatrian, per la prima volta direttore della kermesse. Durante la conferenza stampa che si è tenuta oggi finalmente ha reso noto i titoli dei film presenti in programma e ha motivato la scelta di indirizzo di ogni categoria.

Considero Locarno un festival di frontiera. Un festival che cerca di indagare ciò che si muove ai confini dello spettro del cinema, ai bordi dell’inquadratura per cogliere quella parte di fuoricampo che polarizza la scena. Oggi questa idea di avanguardia ha forse un significato un po’ usurato: non si tratta più di essere prima di altri in un posto, piuttosto di avere la volontà e la possibilità di dare spazio e risalto a film, registi, produzioni tralasciati o non considerati sufficientemente“, queste le sue parole.

Chiara quindi la decisione di puntare molto sul cinema internazionale, che comprende produzioni provenienti dall’Europa del Nord e dell’Est, dalla Spagna quanto dal Sud America, tra u quali ci saranno anteprime mondiali ed internazionali.

– CONCORSO INTERNAZIONALE

E AGORA? LEMBRA-ME (What Now? Remind Me) di Joaquim Pinto – Portugal

EDUCAÇÃO SENTIMENTAL (Sentimental Education) di Júlio Bressane – Brazil

EL MUDO di Daniel and Diego Vega – Peru/France/Mexico

EXHIBITION di Joanna Hogg – United Kingdom

FEUCHTGEBIETE di David Wnendt – Germany

GARE DU NORD di Claire Simon – France/Canada

HISTORIA DE LA MEVA MORT (Story of My Death) di Albert Serra – Spain/France

L’ÉTRANGE COULEUR DES LARMES DE TON CORPS (The Strange Colour of Your Body’s Tears) di Hélène Cattet and Bruno Forzani – Belgium/France/Luxembourg

MARY, QUEEN OF SCOTS di Thomas Imbach – Switzerland/France

PAYS BARBARE di Yervant Gianikian and Angela Ricci Lucchi – France

REAL di Kiyoshi Kurosawa – Japan

SANGUE di Pippo Delbono – Italy/Switzerland

SHORT TERM 12 di Destin Cretton – United States

SHU JIA ZUO YE (A Time in Quchi) di Tso chi Chang – Taiwan

TABLEAU NOIR (Black Board) di Yves Yersin – Switzerland

TOMOGUI (Backwater) di Shinji Aoyama – Japan

TONNERRE di Guillaume Brac – France

U RI SUNHI (Our Sunhi) di Sangsoo Hong – South Korea

UNE AUTRE VIE di Emmanuel Mouret – France

WHEN EVENING FALLS ON BUCHAREST OR METABOLISM (Când se lasă seara peste Bucureşti sau metabolism) di Corneliu Porumboiu – Romania

 

– PIAZZA GRANDE

2 GUNS di Baltasar Kormákur – Stati Uniti

VIJAY AND I di Sam Garbarski – Belgio/Lussemburgo/Germania

LA VARIABILE UMANA di Bruno Oliviero – Italia

WRONG COPS di Quentin Dupieux – Stati Uniti

WE’RE THE MILLERS di Rawson Marshall Thurber – Stati Uniti

THE KEEPER OF LOST CAUSES di Mikkel Nørgaard – Danimarca/Germania/Svezia

LES GRANDES ONDES (À L’Ouest) di Lionel Baier – Svizzera/Francia/Portogallo

RICH AND FAMOUS di George Cukor – Stati Uniti

GABRIELLE di Louise Archambault – Canada

L’EXPÉRIENCE BLOCHER di Jean-Stéphane Bron – Svizzera/Francia

GLORIA di Sebastián Lelio – Cile

MR. MORGAN’S LAST LOVE di Sandra Nettelbeck – Germania/Belgio

BLUE RUIN di Jeremy Saulnier – Stati Uniti

ABOUT TIME di Richard Curtis – Regno Unito

FITZCARRALDO di Werner Herzog – Germania/Perù

SUR LE CHEMIN DE L’ÉCOLE di Pascal Plisson – Francia

About Redazione Film4Life 1261 Articoli
Film 4 Life è una web magazine costituita da una redazione giovane e dinamica che si occupa di promozione, diffusione e comunicazione del cinema.
Contact: Facebook