Now You See Me: recensione film

now you see meUNO SPETTACOLARE E AVVINCENTE THRILLER DAL SAPORE MAGICO

GENERE: thriller

DATA DI USCITA: 11 Luglio 2013

VOTO: 4 su 5

Il cinema è spettacolo. Lo spettacolo è intrattenimento. Quando poi è un film ad essere spettacolare perché intrattiene allora il connubio si realizza e i sensi sono in estasi. Al di la del gioco di parole, l’ultimo lavoro di Louis Leterrier (L’incredibile Hulk, Scontro tra Titani) è un suggestivo e accattivante thriller dal sapore magico, perché è proprio la magia ad essere l’ingrediente segreto di questo piatto ricco, Now you see me – I maghi del crimine.

A chi non piace un bel numero di magia?”. Così affascinante e inspiegabile, la magia è la tecnica che si conosce più antica al mondo capace di influenzare gli eventi. Se mescoliamo il brio creato da un trucco magico ad una storia dai toni thriller, il piatto è a questo punto pronto per essere servito e soprattutto davvero buono: un mix di mistero, intrigo, suspense che si sviluppano su una scenografia sorprendente e un copione brillante, pieno di verve, dove nulla è lasciato al caso e soprattutto scontato ma bensì attualizzato. Perché l’illusione che la realtà possa essere cambiata con uno schiocco di dita – caratteristica che sottintendiamo nella parola ‘mago’, nel film prende corpo nel periodo in cui a New Orleans è avvenuta la tragedia dell’uragano Katrina e una crisi di sicurezza e valori ha lasciato le persone nell’incertezza di un futuro stabile.

Quella che mette in scena Leterrier è la storia dei Quattro Cavalieri, ovvero quattro prestigiatori radunati da una misteriosa figura per mettere in pratica un piano del crimine, che li porterà a rapinare una banca e personaggi milionari egoisti e avidi, molto in stile Robin Hood. Ma la giusta causa non può fermare la polizia dall’avviare un indagine, in uno strano caso che vede incriminati individui che non agiscono personalmente e soprattutto accusati di ‘magia’. Come si possono arrestare dei ‘maghi del crimine’?

In un alternarsi di day by day e digressioni temporali, impareremo a conoscere le vicende dei quattro protagonisti e dei due poliziotti che cercano di risolvere il caso, analizzando ogni storia quanto basta per avere un quadro generale chiaro della personalità in questione. Gli interpreti si destreggiano davvero bene nei rispettivi ruoli da protagonista e secondari,Leterrier non sbaglia neanche questo colpo e trova l’attore giusto per il copione giusto: Jesse Eiseberg è il mago abile con le carte; Woody Harrelson è il mentalista; Isla Fisher è l’apprendista ormai in proprio; Dave Franco è il giovane prestigiatore; Mark Ruffalo è il poliziotto che non vuole credere all’evidenza; Melanie Laurent è l’agente dell’Interpol che si presta al loro gioco; Morgan Freeman è il vecchio che pensa di sapere come stanno le cose; Michael Caine, il milionario avido.

I numeri per il successo di questo film ci sono davvero tutti, ora sta a voi entrare a far parte del gioco e scovare il trucco. Prima di iniziare però, un suggerimento da non dimenticare: “più da vicino guarderai, meno vedrai!”.

About Valeria Vinzani 567 Articoli
"Il cinema non è solo un'esperienza linguistica ma, proprio in quanto ricerca linguistica, è un'esperienza filosofica".
Contact: Facebook