Locarno 66: il terzo giorno

TORNATO IL SOLE A LOCARNO, RICOMINCIA LA CARRELLATA DI FILM

Dopo una giornata all’insegna dell’Italia grazie al Pardo alla Carriera a Sergio Castellitto, torniamo a raccontarvi i numerosi film di questa 66esima edizione del Festival del film di Locarno. Nella giornata odierna, sono stati presentati ben due dei venti film in concorso, tra i quali, vi ricordiamo, è presente anche Sangue dell’italiano Pippo Delbono.

Il primo film di oggi presentato nella sezione concorso internazionale è stato When Evening Falls on Bucharest or Metabolism (Cand se lasa separa peste Bucuresti sau metabolism), una coproduzione tra Romania e Francia, diretta da Corneliu Porumboiu. Il lavoro cinematografico viene sviluppato come un film all’interno di un film, dato che la storia riguarda un regista che mettendo in scena la sua fatica rimarrà incatenato nella storia da lui sceneggiata. Un intreccio tra finzione e realtà ben reso e girato.

Nel pomeriggio è stato il turno dell’inglese Exhibition di Joanna Hogg. Un’introspezione psicologica di una coppia che dopo anni decide di vendere la casa nella quale hanno sempre vissuto. Un aspetto apparentemente insignificante, che però cambierà significativamente la loro vita, quasi come se i due fossero legati solamente da quelle quattro mura domestiche.

A conclusione di questa terza giornata in quel della Svizzera, tra poco sul grande schermo La Variabile Umana di Bruno Oliviero con Silvio Orlando.

About Valeria Vinzani 567 Articoli
"Il cinema non è solo un'esperienza linguistica ma, proprio in quanto ricerca linguistica, è un'esperienza filosofica".
Contact: Facebook