Mary Poppins: arriva il remake firmato Tim Burton

LA SFIDA DI UN REMAKE CHIAMA, BURTON RISPONDE

Quando si ha voglia di mettere mano a remake di film che hanno fatto la storia del cinema, il rischio del flop è sempre nell’aria. A meno che non si trovi un espediente, un elemento che possa distinguere l’opera successiva dal classico, come per esempio è stato per Biancaneve e il cacciatore, o Hansel e Graetel, l’opinione pubblica è difficile da soddisfare.

Chi meglio di un genio creativo quale Tim Burton poteva occuparsi di un remake così difficile come quello su Mary Poppins? Il famosissimo film della Disney, è uno tra i soggetti più complicati da trattare. Un pò perchè ha fatto storia, un pò perchè è un classico, un pò perchè è strettamente legato al volto di Julie Andrews, un po perchè film di quel tipo erano il cavallo di battaglia di Robert Stevenson, unico a quei tempi a poter girare film come Pomi d’ottone e manici di scopa.

Del quando e del come ancora non si sa molto, ma dopo Charlie e la fabbrica di cioccolato e Alice in Wonderland, da un remake di Burton ci aspettiamo ogni cosa. Certo i film sopra citati non saranno tra i migliori del regista, ma comunque degli ottimi film cinematograficamente parlando. Se poi si vocifera che, come molti di voi staranno pensando, nel cast figurino i due immancabili, ovvero Helena Bonham Carter nei panni di Mary Poppins e Johnnny Depp al posto di Dick Van Dyke per la parte di Bert, forse il prodotto è confezionato e anche buono. Il progetto però, lanciato nel 2009, pare sia stato accantonato.

Nel frattempo, in uscita nel 2014, Big Eyes, con Christoph Waltz e Amy Adams, che racconta la storia di Margaret Keane, un’artista americana famosa per i suoi disegni di personaggi con grandi occhi.

About Valeria Vinzani 567 Articoli
"Il cinema non è solo un'esperienza linguistica ma, proprio in quanto ricerca linguistica, è un'esperienza filosofica".
Contact: Facebook