Sacro GRA: recensione film

GENERE: documentario

DATA DI USCITA: 19 settembre

VOTO: 3,5 su 5

sacro-gra-il-teaser-poster-283778

Il Grande Racconto Anulare è stato già oggetto d’ispirazione artistiche quando Corrado Guzzanti, nell’imitazione di Antonello Venditti, l’ha usato in una sua canzone scrivendo l’amore finisce sur grande raccordo anulare, la storia finisce sur grande raccordo anulare, il mondo finisce sur grande raccordo anulare e, in certo senso,  per molti romani e non solo il comico aveva ragione.

Gianfranco Rosi nel suo documentario Santo Gra ha raccontato storie di persone qualunque unite da quella grande autostrada tangenziale che in questo lavoro diventa il file rouge che unisce realtà diverse, tutte tragicomiche e tipicamente italiane.

Il paramedico che sulla sua ambulanza salva le vite di chi, per proprio o altrui errore, rischia di perderle sull’asfalto, l’allevatore di anguille, persone che vivono nelle case popolari così differenti tra loro, le prostitute e l’uomo che ama le palme perché hanno la forma dell’anima dell’uomo: questi sono solo alcuni dei personaggi tassello che Rosi riprende per dar vita a divertente e a tratti malinconico puzzle di una Roma antitesi di quella festaiola de La grande bellezza di Paolo Sorrentino.

Se la romana umanità del film di Sorrentino viveva il suo nulla al centro della città, nel documentario di Rosi vediamo quella che vive il suo qualcosa ai bordi, agli estremi della capitale intorno agli oltre 68 kilometri che circondano la città eterna.

Vite dignitose, particolari, vite a volte macchietta, in alcuni casi disperate. Vite che sognano o si accontentano di pochissimo e che non hanno bisogno di essere caricate o di caricarsi per diventare degne protagoniste di un film che, per una volta, le porta al centro, sul palco dove più di altri, per la curiosità che scuotono, hanno il diritto di stare.

Meravigliose immagini della periferia della città e di quell’anello che abbraccia Roma sono il collante degli scorci di esistenze che Rosi ha voluto fotografare in un lungo racconto elegante e popolare come una poesia di Giocchino Belli.

About Sandra Martone 1239 Articoli
Fiera, sommessa, repentina e breve. Anima d'annata ma anche editor e talent scout.
Contact: Facebook