Black Hole: il fumetto diventa film

LA GRAPHIC NOVEL DI CHARLES BURNS FINALMENTE PRENDE VITA GRAZIE A DAVID FINCHER

Today is a good day. Oggi sì che è una buona giornata per coloro che amano vedere al cinema i film fumetto, le famose trasposizioni non solo letterarie, ma veri e propri testi trasformati in immagini. Oltre ai fumetti, magari anche basati da grandi romanzi, la notizia del giorno è l’adattamento della graphic novel di Charles Burns dal titolo Black Hole.

Gli studios hanno già messo a lavoro David Fincher, ultimamente molto “ingaggiato”, per raccontare una storia dark e dai contorni cronenberghiani, fantascienza, mista a realtà, mista all’orrore quotidiano. Un film degno di un grande regista e siamo curiosi del risultato finale, dato che il progetto ad oggi è solamente allo stato embrionale.

Inizialmente pensato come opera cinematografica adatta per le scuderie di MTV, la produzione ha invece virato su grandi nomi dopo il periodo di “buco nero” che ha afflitto i suoi autori. Adesso, con l’intervento di Fincher e grazie alla Plan B di Brad Pitt il fumetto torna a prendere vita e inchiostro e presto potremo catapultarci nell’universo delirante, almeno a livello narrativo, di quell’artista visivo che è il signor Burns. Charles, non Montey.

Questo un esempio lampante dell’opera in musica: http://youtu.be/BuGI-04Bd_Y

 

 

About Simone Bracci 274 Articoli
Alla ricerca estrema dell'originalità, quel talento nascosto che il cinema porta a galla con classe ed eleganza d'autore.
Contact: Website