Inside Out conquista Cannes, MIA in arrivo a Roma


IL FESTIVAL PIU’ CHIC DEL MONDO SI ANIMA CON LA PIXAR, A ROMA E CAPALBIO INVECE PICCOLE GRANDI RIVOLUZIONI

Cannes ha molto da offrire, e anche se tutti siamo rimasti afflitti dal caro Gus Van Sant e la sua personale versione dell’elaborazione del lutto guidata dal barbuto McConaughey, siamo risorti grazie all’ultima fatica Pixar, Inside Out. L’originale viaggio attraverso la psiche di una bimba, guidato dalle emozioni nel senso più letterale del termine, ha rapito pubblico e critica, travolgendo l’atmosfera solitamente classy della croisette con un’esplosione di divertimento.

Cannes-Sicario-2-675-905-675x905Analizzando poi queste giornate festivaliere abbiamo avuto poi il piacere di veder trionfare il cinema italiano con Nanni Moretti ed i suoi 10 minuti di applausi, e il buon consenso ricevuto dal Racconto dei Racconti di Garrone, e di apprezzare le lezioni di stile infuse dalla divina Cate Blanchett, giunta sulla Croisette per presentare Carol, storia di una tormentata relazione d’amore tra due donne negli anni 50. A seguito del caso mediatico montato sulla sua affermazione “Ho amato molte donne in passato” l’attrice ha commentato segnalando l’inutilità di questioni di questo tipo nel 2015.

Altra piccola polemica oggi invece durante la conferenza stampa di Sicario. Due signore sono state lasciate fuori dalla sala dove si teneva la premiere del sopracitato Carol, perché non provviste di high heels. Emily Blunt durante la press conference di questa mattina ha giustamente sottolineato la follia del gesto e invitato il suo collega nel film Benicio del Toro ad indossarli all’anteprima di stasera. Rimaniamo tutti in attesa di sapere cosa sceglierà di fare il testosteronico Del Toro.

Per ribadire il suo trono di regina dei festival, Cannes si è scatenata a suon di party e galà, coinvolgendo le star più richieste e ammirate del pianeta, senza tralasciare esibizionismi ed incidenti da Red Carpet. Dalle più Glamour a quelle accessibili anche ai comuni mortali, le feste sono state uno degli aspetti protagonisti di questa edizione, non al pari dei film, e tiriamo tutti un sospiro di sollievo, ma hanno di sicuro fatto la gioia di tabloid e riviste patinate. Noi intanto attendiamo la presentazione del terzo moschettiere italiano Paolo Sorrentino, con il suo Youth, che in parallelo firma con la HBO per una serie con Jude Law intitolata –Il Giovane Papa – della serie alla faccia del multitasking!

La rivoluzione preannunciata dalla precedente conferenza stampa sul Festival di Roma, si è palesata dando vita ad una delle iniziative più interessanti della prossima edizione. Dal 16 al 20 Ottobre, all’interno della Festa del Cinema Di Roma si svolgerà per la prima volta in Italia MIA, ossia il Mercato Internazionale dell’Audiovisivo, che non si limiterà più al solo cinema. Film, ma anche serie tv, documentari,  web series e videogiochi, il tutto condito da seminari, incontri e conferenze per incentivare e stimolare il mercato e dare la spinta di cui il settore, ha ultimamente manifestato la necessità.

unnamedAltra piccola perla a Capalbio con l’arrivo dell’ Italy|Sundance Institute Screenwriters Workshop che si svolgerà dall’8 all’11 luglio grazie alla preziosa collaborazione del prestigioso istituto dello Utah, del Capalbio International Film Festival e della Toscana Film Commission. Il seminario verrà supervisionato da Joan Tewkesbury e da Erin Cressida Wilson, e si concentrerà sul sostegno di giovani filmmakers e screenwriters durante la creazione delle loro opere prime. Si prevede la selezione di 8 progetti, il bando on-line per proporre la propria candidatura si concluderà questo 1 giugno 2015.

About Simona Montemurro 130 Articoli
"Io ci vedo...un rinoceronte!"