Julia Roberts, cinque ruoli per celebrare la donna più bella del mondo

julia-robert

PER LA QUINTA VOLTA, DAL 1991, PEOPLE HA ELETTO JULIA ROBERTS COME DONNA PIÙ BELLA DEL MONDO

Julia Roberts, classe 1967, è entrata nell’immaginario collettivo con il flm Mistyc Pizza. Si è confermata durante gli anni ’90 con diverse commedie romantiche, e oggi è stata eletta dal magazine americano People per la quinta volta come donna più bella del mondo.
In questo giorno di festa per l’attrice, vogliamo ripercorrere la lunga carriera cinematografica, ricordando cinque ruoli per cui la Roberts è entrata nel firmamento delle star di Hollywood.

FIORI D’ACCIAIO – 1989
Fiori d'acciaioAdattamento cinematografico dell’omonima commedia teatrale, è diretto da Herbert Ross e vede Julia Roberts nei panni della protagonista, Shelby, una giovane ragazza affetta da una grave forma di diabete.
Il film è una commedia corale dove protagoniste sono sei donne molto diverse tra loro, sia per età che per carattere. Il loro punto di ritrovo, come un gineceo greco, è il salone di bellezza di una delle protagoniste.
Sebbene sia Shelby la protagonista, il fiore d’acciaio in questione è la madre (Sally Field), che deve dimostrarsi sempre forte e far fronte alle avversità.
Nel 2012 il network Lifetime produce un remake del film, dove il gruppo delle sei donne sono afroamericane e il ruolo della madre è ricoperto da Queen Latifah.

 

PRETTY WOMAN – 1990
Pretty WomanProgetto con il quale Julia Roberts riceve il consacramento da parte del pubblico. Pretty Woman è la favola moderna del cavaliere che trae in salvo la damigella in pericolo, che a ventisette anni dalla sua uscita non ha più bisogno di presentazioni.
Iconico è il vestito da prostituta bianco e azzurro, il bob biondo, e gli stivali al ginocchio laccati tenuti chiusi da una spilla da balia indossati da Julia Roberts. Iconica è la canzone che accompagna Vivian nel tour di shopping.
Pretty Woman è considerato il film di maggior successo del suo genere e lo dimostra bene il 14,05% di share conquistato dal suo passaggio in tv il 18 gennaio 2017.

 

ERIN BROCKOVICH – 2000
Erin BrockovichGrazie a Steven Soderbergh, la vera storia di Erin Brockovich, madre single e segretaria precaria di uno studio legale, approda al cinema.
Julia Roberts è Erin una donna dal carattere esplosivo e franco con un alto senso civico e di giustizia.
Riordinando i file dei vari casi seguiti dallo studio legale, trova che quello contro la Pacific Gas & Electric Company sia molto di più di quello che sembra. Così, senza informare il capo cerca di indagare sui problemi relativi al cromo presente nelle falde acquifere e l’alto tasso di tumore negli abitanti della zona.
Con questo ruolo, Julia Roberts si porta a casa nel 2001 il Premio Nobel come miglior attrice.

 

MONA LISA SMILE – 2003
Mona Lisa SmileIl film è ambientato nel 1953, negli Stati Uniti in piena guerra fredda. Julia Roberts è Katherine un’insegnate di storia dell’arte che si trova a lavorare in un college femminile californiano dove, a quanto pare, lo scopo principale è quello di educare le giovani donne ad essere dei perfetti angeli del focolare.
Contraria a questa visione della donna, Katherine cerca di dare un altro punto di vista alle proprie alunne, inimicandosi così sia il consiglio scolastico sia molte studentesse della propria classe.
Insieme alla Roberts, in Mona Lisa Smile troviamo Kirsten Dunst, Julia Stiles, Maggie Gyllenhaal e Ginnifer Goodwin nei panni delle studentesse più vicine alla protagonista.

 

I SEGRETI DI OSAGE COUNTY – 2013
Osage CountyDiretto da John Well, il film racconta il dramma di una famiglia riunitasi dopo tanto tempo per la scomparsa del padre.
I segreti di Osage County è un film claustrofobico dove  colori polverosi come il nero e il senape hanno la meglio. John Well mette in scena un pranzo di famiglia dove la gioia di ritrovarsi dopo tanto tempo, sebbene in momenti funesti, non è la portata principale.
Con una madre sotto effetto di potenti medicinali che non risparmia nessuno con la sua lingua tagliente, piccoli e grandi segreti vengono a galla stravolgendo il precario equilibrio tra i familiari.
Julia Roberts si presenta con un trucco naturale, scomposta, con vestiti che la infagottano e uno sguardo accigliato, ma è la grande prova del suo talento. In questo ruolo non può contare sui suoi occhi luminosi o il grande sorriso per convincere il pubblico e critici, eppure ce la fa, venendo nominata come miglior attrice non protagonista agli Oscar del 2014.

 

About Angela Parolin 103 Articoli
"Okay...we have to dance it out"