Mal di pietre, dal romanzo di Milena Agus

DAL ROMANZO DI MILENA AGUS, ARRIVA L’OMONIMO ADATTAMENTO “MAL DI PIETRE”, FILM INTERPRETATO DALLA DIVA MARILLON COTILLARD 

mal di pietre posterAnni ’50.  Una ragazza, nel sud della Francia, è considerata la “matta del villaggio” perché ha comportamenti non consoni alla società. Legge, scrive ardite lettere appassionate a uomini impegnati e cerca di saziare il suo desiderio di amore e piacere, con una ingenuità disarmante. Questa è Gabrielle (Marillon Cotillard), protagonista di Mal di pietre, già in selezione al Festival di Cannes 2016, in sala in Italia dal 13 aprile, in 70 copie distribuito da Good Films. adattato e girato dalla regista Nicole Garcia (L’avversario, 2002), dal romanzo della scrittrice sarda Milena Agus, del libro mantiene la storia, rielaborandone geografia e dinamiche.

Una storia che sa di follia, ma che cammina su un terreno che tutti attraversano, quello della ricerca della propria soddisfazione e felicità, quello del desiderio e dell’immaginazione, così potente da creare interi universi. Un film profondo, che affronta, sotto l’apparente storia di un “amore non amore”, temi importanti, come quello del cogliere l’essenza delle cose che ci stanno accanto, attorno. 

Attori, oltre alla Cotillard,  Alex Brendemuhl e Luis Garrel, bravi e generosi, diretti da una regista che svela molti lati della femminilità generalmente poco affrontati. E se Paul Verhoeven in Elle è riuscito a raccontare un lato femminile difficile da accettare per i benpensanti, Nicole Garcia fa altrettanto, donandoci una donna complessa, fuori dagli schemi, fragile ma pronta a non abbandonare i suoi sogni. 

A Milena Agus il film è piaciuto, anche se le manca la sua Sardegna, la leggerezza dei cagliaritani e il “farla grossa” dell’entroterra isolano. Ma la Gabrielle del film commuove la scrittrice, che la paragona all’Orlando Furioso, pazzo d’amore per una donna a cui non ha nemmeno mai parlato.

Da parte sua, Nicole Garcia, era rimasta rapita dal romanzo letto durante un viaggio, in volo, e dal destino di questa donna a cui nessuno sembra voler dare ciò che cerca e desidera, e ha voluto  subito adattare il romanzo, per poter mettere in scesa l’aspetto mistico e sessuale, in Gabrielle così forte da togliere il fiato.  

About Ylenia Politano 131 Articoli
Ylenia Politano, giornalista, si occupa da diversi anni di cultura, lifestyle e cinema. Mamma di tre creature e moglie di un attore, tra un asilo, uno scuolabus, una piscina e feste con 20 bambini di età compresa tra 1 e 9 anni, torna al suo primo amore, il cinema. Interviste, recensioni, riflessioni. Grandi maestri e nuovi talenti. Incursioni qua e là. Set, anteprime, backstage. Quando la mamma non c’è…”la mamma è al cinema!”