Un boss in salotto e la pastiera

SNACK, SI GIRA VI PORTA ALLA SCOPERTA DEL FILM UN BOSS IN SALOTTO E DEL TIPICO DOLCE PASQUALE NAPOLETANO

un boss in salottoSiamo ormai vicinissimi a Pasqua. Domenica non mancheranno sulle tavole imbandite ogni tipo di leccornie, salate e dolci. Snack, si gira! ha riscoperto una scena del film Un boss in salotto che ha per protagonista uno dei dolci tipici della tradizione pasquale napoletana e non solo : sua maestà la pastiera.

Nel film diretto da Luca Miniero, Ciro, interpretato da Rocco Papaleo, si ritrova a portare scompglio nella tranquilla vita della sorella Cristina. Quest’ulitma, interpretata da Paola Cortellesi, abita da tempo a Bolzano con il marito Michele Coso (Luca Argentero) e i loro due figli. L’esistenza felice e tranquilla della famiglia subisce un drastico sussulto quando Ciro, un picolo ladro, si ritrova implicato in un porcesso di camorra .

A questo punto l’uomo chiede di poter trascorrere a casa della sorella gli arresti domiciliari. Cristina, con vergogna, ha sempre cercato di tener nascoste le sue origini e non vede i parenti da quindici anni e ne ha perfino finta la morte davanti alla sua nuova famiglia. Adesso la donna si ritrova a si trova costretta a dover ospitare suo fratello e a fare i conti con il suo passato e la sua famiglia del sud. Ciro arriverà a Bolzano con la sua tuta acetata, la canottiera bucherellata, svariate catene dorate al collo e uno stuzzicadenti appeso alle labbra. L’ordinatissima routine della famiglia Coso verranno letteralmente sconvolti dall’arrivo dello zio Ciro, poco abituato alle buone maniere.

In Un boss in salotto esilarante è la scena di Ciro che porta a casa della sorella alcune pietanze tipiche della sua terra d’origine. Ma la perfetta bolzanina Cristina getterà nel pattume la mozzarella di bufala, la frittata di pasta e la famosa pastiera. La pastiera, protagonista di questa scena di Un boss in salotto, è uno dei dolci tipici di Pasqua che si preparano a Napoli e un po’ in tutto il meridione. E oggi Snack, si gira! vi propone la sua ricetta da preparare per il pranzo pasquale di domenica.

La pastiera napoletana di Ciro

pastieraINGREDIENTI

Per la frolla ( per uno stampo da 20 cm)

315g di farina
180g di strutto freddo
135 g di zucchero
3 tuorli

Per cuocere il grano
250g di latte intero
350g di grano cotto
30g di strutto
1 scorza di limone

Per la crema

200g di ricotta vaccina
200g di ricotta di pecora
350g di zucchero
3 uova
50g di cedro candito
50g di arancia candita
15g di acqua di fiori d’arancio
1 pizzico di cannella in polvere
1 baccello di vaniglia

PREPARAZIONE

Per preparare la pastiera napoletana iniziate dalla pasta frolla. In una ciotola versate la farina e lo zucchero, poi unite lo strutto e iniziate ad impastare a mano. Non appena avrete ottenuto un composto sabbioso unite anche i tuorli. Lavorate ancora con le mani  e non appena avrete ottenuto un composto uniforme trasferitelo su un piano di lavoro. Continuate a lavorare l’impasto, giusto il tempo di compattare gli ingredienti, fino a che avrete ottenuto un panetto liscio ed uniforme. Avvolgete nella pellicola per alimenti e lasciate riposare per un’oretta in frigorifero.

Nel frattempo versate il latte in un pentolino, aggiungete il grano precotto, lo strutto e la scorza del limone grattugiata . Accendete il fuoco e mescolando spesso, lasciate cuocere per circa 20 minuti a fuoco medio fino ad ottenere un composto cremoso e lasciate raffreddare. Solo quando sarà ben freddo iniziate a preparare la crema. In una ciotola setacciate sia la ricotta vaccina che quella di pecora. Unite lo zucchero e mescolate con una frusta o con una spatola.

Aggiungete poi le uova e il grano ormai freddo. Aggiungete anche i semi della bacca di vaniglia; poi tagliate a cubetti sia l’arancia che il cedro candito e inseriteli nel composto, insieme ad un pizzico di cannella e all’acqua di fiori d’arancio. A questo punto mescolate il tutto per amalgamare tutti gli ingredienti e passate alla composizione della pastiera. Ungete uno stampo in alluminio da pastiera da 20 cm lo strutto e infarinatelo .

Poi riprendete la pasta frolla e iniziate a stenderla con il mattarello fino ad ottenere uno spessore di circa mezzo cm. A questo punto trasferitelo nello stampo e con le mani fate in modo che aderisca bene su tutta la superficie.

Eliminate poi l’eccesso di pasta con un coltellino e impastatelo nuovamente, servirà per realizzare le losanghe. Versate poi la crema all’interno del guscio di frolla e livellatela. Quindi stendete il resto della pasta, sempre fino ad ottenere uno spessore di mezzo cm e realizzate le losanghe, larghe circa 1 cm e mezzo con una rotella taglia pasta. Poi posizionatele sulla pastiera prima in un verso e poi nell’altro, avendo cura di far coincidere le estremità con i bordi dello stampo.

A questo punto cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per circa 80 minuti, avendo cura di spostare la pastiera sul ripiano più basso negli ultimi 20 minuti di cottura. Se le losanghe dovessero scurirsi troppo coprite la pastiera con un foglio di alluminio. Poi sfornate la pastiera napoletana e lasciatela raffreddare completamente. Prima di servirla potete spolverizzare la superficie con dello zucchero a velo a piacere.

About Krizia Ricupero 74 Articoli
"Nessuno può mettere Baby in un angolo".