Consigli DOC: I Peggiori e Fortunata

IL CINEMA ITALIANO DIPINGE LE NOSTRE SCELTE, DAI CINECOMIC “ALL’ITALIANA” AI PROTAGONISTI DI CANNES

fortunataCi perdoneranno The Dinner (abbastanza stroncato dalla nostra redazione) e il pur molto interessante 7 minuti dopo la mezzanotte (no, in effetti, almeno questo recuperatelo), ma per una volta sentiamo di consigliarvi tutti prodotti nazionali. I peggiori – Eroi a pagamento, opera prima di Vincenzo Alfieri, anche attore protagonista della pellicola. Sull’onda di Lo chiamavano Jeeg Robot e del neo-nato genere dello “spaghetti cinecomic”,  il nostro cinema tenta di seguire questa nuova e fresca strada, con un film pieno di ritmo, ironia, che mira alla contemporaneità attraverso una storia di amore fraterno. Fortunata è invece il nuovo film di Sergio Castellitto, presente a Cannes nella sezione Un Certain Regard, con protagonisti Jasmine Trinca, Alessandro Borghi, Stefano Accorsi ed Edoardo Pesce. Presente anch’esso al Festival francese, ma stavolta aprendo addirittura la sezione parallela Semaine de la critique (prima volta che succede per un prodotto italiano), il film Sicilian Ghost Story dei registi Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, in memoria di Giuseppe Di Matteo, il bambino sciolto nell’acido dai corleonesi di Brusca, ricordato sotto forma di fiaba. Infine, per quanto non proprio riuscito, secondo la nostra redazione, non possiamo esimerci dal consigliare soprattutto agli amanti dell’arte My Italy con la regia di Bruno Colella, dedicato appunto al mondo dell’arte contemporanea. E proprio come questo tipo di arte, è uno strano prodotto, un “film-nel film” che racconta un viaggio attraverso l’Italia, attraverso gli stereotipi dei comportamenti italiani e non.

I PEGGIORI

Massimo (Lino Guanciale) e Fabrizio (Vincenzo Alfieri) Miele, sono due fratelli squattrinati e senza prospettive che si barcamenano come possono nella speranza di garantire un futuro migliore alla sorella tredicenne Chiara (Sara Tancredi). Quando però, a causa degli affitti arretrati rischiano di perdere la custodia della sorella, i due, messi alle strette, si infilano una maschera per rapinare un losco imprenditore che non paga gli stipendi ai suoi operai. Questa rapina però, non frutterà loro soldi, bensì un inaspettato successo da super eroi sui social network, poiché trovando documenti scomodi iniziano, mascherati, a smascherare i troppi “furbetti” che vivono sulle spalle della brava gente. Può dirsi un esordio riuscito per Vincenzo Alfieri, grazie ad un cast assortito e che funziona, e soprattutto all’ottima fotografia di Davide Manca, che dà luci e ombre ai vicoli di Napoli, alla vita dei personaggi, alle avventure e disavventure, con un tocco davvero speciale.

FORTUNATA

Fortunata (Jasmine Trinca) è una giovane madre con un matrimonio fallito alle spalle e una bambina di otto anni. Ha una vita affannata, fa la parrucchiera a domicilio, parte dalla periferia dove abita, attraversa la città, entra nelle case benestanti e colora i capelli delle donne e allo stesso tempo combatte quotidianamente con determinazione per conquistare il proprio sogno: aprire un negozio di parrucchiera sfidando il suo destino, nel tentativo di emanciparsi e conquistare la sua indipendenza e il diritto alla felicità. Fortunata sa che per arrivare fino in fondo ai propri sogni bisogna essere fermi: ha pensato a tutto, è pronta a tutto, ma non ha considerato la variabile dell’amore, l’unica forza sovvertitrice capace di far perdere ogni certezza. Anche perché, forse per la prima volta, qualcuno la guarda per la donna che è e la ama veramente.

SICILIAN GHOST STORY

In un piccolo paese siciliano ai margini di un bosco, Giuseppe, un ragazzino di tredici anni, scompare. Luna, una compagna di classe innamorata di lui, non si rassegna alla sua misteriosa sparizione. Si ribella al clima di omertà e complicità che la circondano e pur di ritrovarlo, discende nel mondo oscuro che lo ha inghiottito e che ha in un lago una misteriosa via d’accesso. Solo il loro indistruttibile amore le permetterà di tornare indietro.

MY ITALY 

Nel film un produttore italiano gira l’Europa insieme al suo assistente, alla ricerca di fondi per finanziare il suo nuovo film. Questo sarà dedicato a quattro artisti contemporanei stranieri che hanno deciso di vivere a Roma. C’è lo scultore polacco Krzysztof Bednarski, il video-artista danese Thorsten Kirchoff, il pittore americano Mark Kostabi e il performance artist malese H.H. Lim. Ognuno di loro sarà al centro di strane e, a volte, esilaranti avventure. Prodotto dalla Mediterranea Productions, My Italy vede la partecipazione di numerosi nomi noti del cinema italiano, impegnati in piccole parti, che alla fine si rivelano essere le uniche maggiormente riuscite. Ritroviamo quindi attori come Sebastiano Somma, Nino Frassica, Rocco Papaleo, Luisa Ranieri, Piera Degli Esposti, Lina Sastri e molti altri.

About Gianvito Di Muro 239 Articoli
"Tutti i bambini crescono, tranne uno".