Consigli DOC: Operation Chromite al cinema

NON SOLO FILM AL CINEMA, MA ANCHE PELLICOLE RECENTI E NON DA RECUPERARE PER PASSARE UNA CALDA SERA D’ESTATE IN COMPAGNIA DI UN FILM

susannaL’estate, si sa, è così: poche, pochissime uscite in sala, anche se molte davvero attese, per dar spazio ai più variegati festival di cinema o a rassegne estive che ripropongono successi recenti e grandi classici. Ma per chi non ha la fortuna di vivere in una città dove eventi del genere vengono organizzati, ci pensiamo noi e i nostri Consigli DOC a citarvi titoli che meritano una (ri)visione.

Per oggi, quindi, accanto alla nuova uscita Operation Chromite, abbiamo scelto di proporvi questi film: l’acclamatissimo (non solo in Italia) Perfetti sconosciuti, che nei mesi scorsi ha avuto un successo non indifferente; Mary Poppins, perfetto per una “proiezione in famiglia” e che viene spontaneo consigliare all’indomani della divulgazione del primissimo teaser della nuova versione con Emily Blunt, e Susanna!, perché un classico in bianco e nero non può mancare nelle calde sere d’estate.

OPERATION CHROMITE

25 giugno 1950, la Corea del Nord invade la Corea del Sud con l’aiuto di Cina e Russia. Seul, capitale della Corea del Sud, cade in 3 giorni e il resto del paese a nord del fiume Nakdong, in un mese. Per rispondere all’attacco nordcoreano il Generale MacArthur, Comandante delle forze ONU, pianifica uno sbarco nella città portuale di Incheon. Operation Chromite è il nome in codice di una missione che ha pochissime possibilità di riuscita, ma il cui successo rappresenta l’unico modo per cambiare le sorti della guerra. Il film, che mischia azione e storia, è diretto da John H. Lee e vede nel cast Liam Neeson, Jung-Jae Lee e Beom-su Lee.

PERFETTI SCONOSCIUTI

Quanto conosciamo veramente il nostro partner? Può un sms o una chiamata rovinare il nostro rapporto? Con queste premesse, Paolo Genovese porta in scena Perfetti Sconosciuti, una commedia dolce-amara sui rapporti sociali legati indissolubilmente dalla tecnologia. Nel cast, perfettamente in sintonia, troviamo Marco Giallini, nel ruolo del buon padre e marito di famiglia, sposato con Kasia Smutniak, madre alle prese con la figlia adolescente, Edoardo Leo, affascinante e innamorato dell’ingenua Alba Rohrwacher fino al buon amico Giuseppe Battiston e concludendo con la coppia sposata, ormai stanca e spenta, composta da Valerio Mastrandrea e Anna Foglietta. In un gioco ‘moderno’ in cui la scatola nera – il cellulare – rivela noi stessi agli altri, Perfetti Sconosciuti non è altro che il racconto della società di oggi e di noi, troppi presi dai nostri smartphone per renderci conto delle persone che abbiamo intorno.

MARY POPPINS

La storia della bambinaia più famosa del mondo, al cinema, è firmata Disney. Una forte folata di vento spazza via tutte le aspiranti tate in fila di fronte alla porta della casa della famiglia Banks per lasciare spazio a una giovane donna che scende dal cielo con un ombrello: è questa la trionfale entrata in scena di Mary Poppins, interpretata da Julie Andrews nell’omonima pellicola del regista Robert Stevenson del 1964. Con indosso un lungo cappotto nero, una sciarpa a righe arancione, un cappello nero decorato con dei piccoli fiorellini, una grande borsa fantasia e l’immancabile ombrello, Mary Poppins non rappresenta il tipo di tata tanto desiderata dal signor Banks, avendo risposto non al suo annuncio, bensì a quello scritto dai bambini e in seguito da lui stracciato. Con Mary Poppins e i suoi amici, Jane e Michael vivono avventure indimenticabili e, nonostante varie vicissitudini, anche i coniugi Banks impareranno di nuovo a vivere con serenità e armonia al ritmo di Supercalifragilistichespiralidoso!

SUSANNA!

Il senso di un intero film del 1938 diretto da Howard Hawks è racchiuso in un’unica breve battuta: “In certi momenti di calma sarei anche attratto da lei, se ci fossero dei momenti di calma”. Così recita Cary Grant nei panni di David Huxley, paleontologo serio e timido, che per fortuna o per disgrazia, vede il suo cammino incrociarsi con quello della scatenata Susan Vance, che di lui si innamora e per questo fa di tutto per stargli insieme. Ad interpretarla, un’esilarante Katharine Hepburn. Il film in questione è Bringing up baby, meglio conosciuto in Italia come Susanna!. Susan, creatrice di continui problemi, o meglio veri e propri disastri, è il fulcro di una pellicola in cui gli equivoci sono all’ordine del giorno, e che proprio per questo è considerato il manifesto della screwball comedy: vestiti da sera strappati, matrimoni saltati, clavicole di brontosauro perse, scambi di auto e di leopardi, sono solo alcuni dei divertenti eventi messi in scena e in cui lo zampino di Susan è determinante.

About Eleonora Materazzo 439 Articoli
"Suonala ancora, Sam"