Consigli DOC: Spiderman e Shin Godzilla

SOLO DUE I NUOVI TITOLI DEL WEEKEND, UNA VITA VIOLENTA ALL’ISOLA DEL CINEMA

Una-vita-violentaSi sa, d’estate le sale si svuotano e, di conseguenza, pochi sono i titoli che si avvicendano settimanalmente . Spesso sono film di sicuro incasso, come Spiderman: Homecoming della Marvel/Disney/Sony, atteso secondo reboot dell’Uomo Ragno, interpretato da Tom Holland (già comparso in Captain America: Civil War) e diretto da Jon Watts; altre volte, si tratta di film sperimentali o “particolari”, che difficilmente troverebbero spazio durante l’anno, e questo è il caso di Shin Godzilla di Hideako Anno e Shinji Higuchi, remake giapponese in decisa risposta a quello americano. Ma questo vuol dire che, chi ha ancora desiderio di andare in sala, deve rassegnarsi allo streaming casalingo? No, perché sono tante le iniziative e rassegne cinematografiche, anche all’aperto, pensate appunto per la stagione estiva, lungo tutta la penisola. A Roma, ormai da diversi anni, l’Isola del Cinema permette di recuperare diversi  capolavori del passato o film d’essai moderni (ma non solo), che non hanno trovato particolare fortuna nel grande pubblico. Chi ha ancora fame di cinema, anche durante la stagione estiva, può immergersi nella suggestiva ambientazione dell’Isola Tiberina, nel quartiere di Trastevere. Stasera, per esempio, è in programmazione nella Sala Spazio Q8, alle ore 22.00, Una vita violenta, tratto dal romanzo di Pier Paolo Pasolini, diretto da Paolo Heusch e Brunello Rondi, con Francesco Citti, Serena Vergano, Enrico Maria Salerno, Angelo Maria Santiamantini (potete scaricare qui tutta la programmazione).

SPIDERMAN: HOMECOMING

Il giovane Peter Parker / Spider-Man (Tom Holland), reduce da un clamoroso debutto in Captain America: Civil War, inizia a sperimentare la sua ritrovata identità da super-eroe in Spider-Man: Homecoming. Entusiasta della sua esperienza con gli Avengers, Peter torna a casa, dove vive con la zia May (Marisa Tomei), sotto l’occhio vigile del suo nuovo mentore Tony Stark (Robert Downey, Jr.). Peter cerca di tornare alla sua routine quotidiana – distratto dal pensiero di dover dimostrare di valere di più dell’amichevole Spider-Man di quartiere – ma quando appare l’Avvoltoio (Michael Keaton), tutto ciò a cui Peter tiene maggiormente viene minacciato. Il sesto film di Spiderman è un film sicuramente lineare, ben ragionato, ma anche “semplice”, forse anche troppo, dalla caratterizzazione dei protagonisti allo stesso sviluppo della storia. Semplicità, però, perfettamente retta da un alto e piacevole ritmo, da una regia e da un montaggio perennemente sugli scudi, da dialoghi, scene e interpreti sempre divertenti.

SHIN GODZILLA

È una giornata tranquilla in Giappone, quando una strana fontana d’acqua erutta nella baia, provocando il panico, che si diffonde anche tra i funzionari di governo. Inizialmente si pensa a un’anomala attività vulcanica, ma un giovane dirigente osa chiedersi se possa trattarsi di qualcosa di vivo. Il suo incubo peggiore prende vita quando un mostro emerge dal profondo e comincia a seminare distruzione per la città. Mentre il governo cerca di salvare i cittadini, una squadra di volontari cerca di scoprire la debolezza della creatura. Ma il tempo non è dalla loro parte: la più grande catastrofe mai abbattutasi sul mondo evolve e lo fa davanti ai loro occhi. Con Shin Godzilla, il Re dei Mostri torna in patria e nell’era post Fukushima ricomincia da capo. Un remake voluto dalla storica casa di produzione Toho.

UNA VITA VIOLENTA

Ambientato alla fine degli anni 50, parla della storia di Tommaso Puzzilli, un ragazzo di Roma cresciuto nella periferia di Pietralata che, non avendo un lavoro, insieme agli amici si arrangia commettendo dei reati per guadagnare soldi. Una mattina un suo amico ha un incidente e finisce sotto un tram. Dopo questo episodio Tommaso si allontana dagli amici e incontra una ragazza, Irene, Dopo il primo appuntamento al cinema, dove Tommaso allunga le mani, Irene non si fa più vedere allora tommaso insieme ad altri amici va sotto casa di Irene nella zona di Garbatella un altro quartiere per farle una serenata ma le cose vanno male: Tommaso e i suoi amici si scontrano con dei ragazzi della zona e alla fine Tommaso ne accoltella uno. Ricercato dalla polizia viene arrestato e finisce in carcere. Dopo 18 mesi esce intenzionato a cambiare vita. Nel frattempo i genitori ottengono una casa in una zona migliore e Tommaso con l’aiuto di un prete decide di mettere la testa a posto e sposare Irene. Quando le cose sembrano andare bene Tommaso si ammala di tubercolosi e da lì le cose andranno sempre peggio.

 

About Gianvito Di Muro 239 Articoli
"Tutti i bambini crescono, tranne uno".