Il Cratere di Silvia Luzi e Luca Bellino

L’OPERA PRIMA DI SILVIA LUZI E LUCA BELLINO SBARCA AL FESTIVAL DI TOKYO 2017

locandina il cratereIl Cratere, opera prima di Silvia Luzi e Luca Bellino, rappresenterà l’Italia al Festival di Tokyo 2017. Il film, accolto da dieci minuti di applausi alla appena passata Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, è l’unico italiano in concorso a competere per il Grand Prix nel principale festival asiatico. La giuria, presieduta da Tommy Lee Jones, sceglierà tra i 15 titoli del concorso internazionale, tra cui l’ultimo film del Leone d’Oro Margaret Von Trotta e del regista turco Semih Kaplanoglu Orso d’Oro a Berlino e un dramma femminile con protagonista Vanessa Paradis. Il Cratere è un film prodotto da Luca Bellino e Silvia Luzi, e una produzione TFilm con Rai Cinema con contributo economico del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.
In una terra di vinti, tra spazi indistinti e rumore costante, un padre sfida il destino e la sua sorte. L’arma è sua figlia Sharon, i suoi tredici anni, la sua indolenza, le sue corde vocali. È un sogno pignolo e a portata di mano, un miraggio che è insieme tormento e ribellione. Una favola al contrario che è archetipo e allucinazione. Per la prima volta sullo schermo Rosario Caroccia e Sharon Caroccia. “Crater è il nome di una costellazione debole e incerta, invisibile perché estremamente luminosa. Crater sfavilla e non si vede, è percepibile a fatica e per una sola stagione. Di notte, in primavera e solo dal sud del mondo.”

Il Festival di Tokyo 2017 si presenta ricco di titoli anche grazie ai festeggiamenti per i 100 anni dell’animazione giapponese con ospite il creatore di “Doraemon” Keiichi Hara, ma anche nomi come Steven Soderbergh e il premio Oscar Al Gore che chiuderà il festival con “An Inconvenient Sequel” seguito di “Una scomoda verità” premiato dall’Academy nel 2007.

About Verdiana Paolucci 500 Articoli
Linguista, aspirante giornalista, amante del cinema, malata di serie tv, in particolare dei crime polizieschi.