The Deuce, la nuova serie di David Simon

JAMES FRANCO IL “DISASTER ARTIST” NEL MONDO DELL’HARD PER HBO

the deuceProprio in questi giorni l’attore e regista James Franco era al Toronto Film Festival per presentare il suo The Disaster Artist. Intanto sul canale via cavo HBO andava in onda l’episodio pilota di The Deuce. La serie è ambientata nel mondo dell’hard degli anni ’70, creata da George Pelecanos e David Simon, acclamati autori della serie tv The Wire. Simon, in particolare, fa il suo ritorno sull’ormai fidata “amica” HBO a breve distanza dalla miniserie Show me a hero, anch’essa molto apprezzata dalla critica, come in fondo tutti i lavori dello scrittore statunitense.

Ambientata a New York tra gli anni settanta e gli anni ottanta, la serie racconta della legalizzazione dell’industria pornografica e della sua successiva diffusione in un periodo storico in cui l’HIV si sta rapidamente diffondendo e il traffico di cocaina genera continue ondate di violenza. Franco interpreta due fratelli gemelli, Vincent e Frankie Martino, che si ritrovano a lavorare per la mafia italo-americana nell’area di Times Square, dove lavora anche “Candy”, professionista del sesso che vede nell’industria del porno da poco legalizzata una nuova fonte di guadagno.

Non è la prima volta che James Franco, volto più noto al grande schermo, partecipa ad una produzione televisiva. Già l’anno scorso, infatti, lo si è visto come protagonista di 11.22.63, show prodotto da J.J. Abrams sul celebre romanzo di Stephen King, visibile in rete sulla piattaforma streaming Hulu. L’attore, nell’arco della sua carriera, non è nuovo neanche all’ambientazione hard, visto che ha interpretato Hugh Hefner nel film Lovelace, pellicola sull’omonima star del porno interpretata da Amanda Seyfried. Inoltre ha prodotto e diretto, insieme a Travis Matthews, Interior. Leather Bar., documentario sul tentativo dei due registi di ricreare 40 minuti di scene sessualmente esplicite tagliate dal controverso film Cruising, del 1980.

Guardando anche solo l’episodio pilota, si possono notare tanti dei leitmotiv cari a David Simon (oltre all’assoluta lentezza, ma in senso positivo, nello sciogliere passo passo la trama, tanto che di “porno” negli ottanta minuti iniziali non ce n’è neanche l’ombra). Su tutti, la messa in scena del reale, nella maniera più veritiera possibile, con la “strada” a fare da sfondo principe delle vicende dei protagonisti. Un tema che, invece, farà sicuramente discutere, specie negli USA, è quello della violenza sessuale e della figura della donna, che in una storia ambientata nel porno degli anni ’70 non può che essere centrale. A rappresentare, più di tutte, tali dinamiche è il personaggio di “Candy” interpretato da Maggie Gyllenhal, altro volto cinematografico prestato al piccolo schermo, qui anche in veste di produttrice.

Il pilot di The Deuce è andato in onda su HBO il 10 settembre, dopo esser stato mandato online in anteprima, sui canali ufficiali dell’emittente, una settimana prima. In Italia, invece, andrà in onda su Sky Atlantic, a partire dal 24 ottobre.

 

About Gianvito Di Muro 240 Articoli
"Tutti i bambini crescono, tranne uno".