Auguri per i primi quaranta della bravissima Maggie Gyllenhaal

Maggie Gyllenhaal

COMPIE OGGI QUARANT’ANNI LA BRAVISSIMA MAGGIE GYLLENHAAL, E TRA FILM INDIE E BLOCKBUSTER VOGLIAMO RICORDARE LE DONNE FORTI CHE HA INTERPRETATO NELLA SUA CARRIERA

Maggie GyllenhaalMaggie Gyllenhaal, figlia del regista Stephen e sorella maggiore dell’attore Jake (Donnie Darko, I segreti di Brokeback Mountains, Nocturnal Animal), compie oggi quarant’anni.
Ha iniziato la sua carriera d’attrice da giovane, nei film del padre. Nel 2001 è al fianco del fratello in un ruolo secondario nel flop ai botteghini che diventerà un cult movie, il sopracitato Donnie Darko.

Si fa notare alla critica grazie alla sua interpretazione nel film Secretary, dove veste i panni di Lee Holloway, una ragazza con un passato da autolesionista che intreccia un rapporto basato sulla dicotomia dominazione/sottomissione. Nonostante le titubanze iniziale nell’accettare un ruolo che mandava un messaggio anti-femminista, per la sua interpretazione viene nominata ai Golden Globe.
Per Women’s Film vogliamo ricordare tre donne determinate e forti che ha interpretato negli anni.

Giselle in Mona Lisa Smile (2003)
Al fianco di Kirsten Dunst, Julia Stiles e Ginnifer Goodwin, Maggie Gyllenhall in questo film interpreta una studentessa di un college femminile, negli anni ’50. A sconvolgere la quiete del college è Katherine Ann Watson, Julia Roberts, una professoressa di Storia dell’arte con degli ideali troppo moderni, secondo il codice morale della presidenza della scuola.
Giselle è una ragazza libertina, fuori dai tempi, e l’arrivo della nuova professoressa e il suo spronare le studentesse ad essere indipendenti, provoca nella giovane un sentimento di ammirazione.
Mona Lisa Smile è un vero blockbuster che, nonostante il limitato budget, si piazzò secondo, subito dietro a Il Signore degli Anelli, per incassi al botteghino nel primo fine settimana di uscita.
Maggie Gyllenhaal

Sherry in SherryBaby (2006)
Presentato al Sundance Film Festival, la Gyllenhaal riveste i panni di Sherry, una ragazza madre ladra e tossicodipendente. Scontata la sua pena e sconfitto la sua dipendenza da eroina, Sherry ora deve riallacciare i rapporti con la figlia, ospitata dal fratello e sua moglie durante la sua detenzione.
SherryBaby mette sul tavolo la difficoltà di rientrare nella società dei detenuti, di ritrovare i rapporti con i propri familiare e la continua dura lotta contro le dipendenze.
Con la sua Sherry, Maggie Gyllenhaal ha vinto il premio come Miglior Attrice al Film Festival Internazionale di Milano.

Maggie Gyllenhaal

Eileen “Candy” in The Deuce (2017)
In The Deuce, Maggie Gyllenhaal interpreta Eileen “Candy”, una prostituta fuori dal comune: non ha un protettore, lavora da sola e capisce il potenziale della cinematografia pornografica. Candy ha la pelle dura, non si fa intimidire da niente e da nessuno, non supplica. Cerca di fare del suo meglio e cerca di ritagliarsi il suo spazio in un mondo prettamente maschilista fatto di poliziotti corrotti, padri-padroni e magnacci-padroni.

Maggie Gyllenhaal

About Angela Parolin 126 Articoli
"Okay...we have to dance it out"