Cortinametraggio: si avvicina la deadline per le iscrizioni

C’É TEMPO FINO AL 5 FEBBRAIO PER ISCRIVERSI, INTANTO TUTTI I VINCITORI DEL SUNDANCE

logo2018La tredicesima edizione del Cortinametraggio, il festival dedicato al meglio della cinematografia breve italiana (e che si tiene, naturalmente, a Cortina), partirà il 19 marzo per concludersi il 25. Le selezioni ai concorsi, quindi, sono ancora aperte, con la deadline fissata per il 5 febbraio. Sul sito ufficiale della manifestazione si possono trovare i bandi (cliccate qui) per le categorie Cortometraggi, Videoclip Musicali e Branded Entertainment. Non è ancora finita la selezione, a cura e a insindacabile giudizio della Direzione Artistica del Festival,e sono già moltissimi i video iscritti alle sezioni competitive della kermesse.

La sezione Cortometraggi riguarda i corti narrativi, di nazionalità italiana e che spaziano tra i generi di durata non superiore ai 20 minuti, realizzati nel corso del 2017. Il direttore artistico della sezione, Vincenzo Scuccimarra, si è detto soddisfatto per i cortometraggi inviati finora: “Su quasi 300 corti arrivati ho notato una qualità media molto alta ed un’attenzione particolare ai temi sociali, non disgiunta da una cura per la costruzione dei personaggi e i meccanismi narrativi capaci di avvincere lo spettatore. Notevole anche la presenza di volti nuovi da prendere in considerazione o di attori celebri in ruoli per loro inusuali”. La Giuria di selezionati professionisti del settore cinematografico individuati tra registi, attori, giornalisti, critici cinematografici, produttori e distributori, assegnerà quindi il premio (in denaro) per il Miglior Corto Assoluto – Twinset. Sempre nella stessa sezione, verrà poi assegnato il Premio del pubblico, il Premio ai miglior attore e attrice, ai migliori dialoghi e alla miglior colonna sonora.

La sezione Videoclip Musicali, è invece aperta a tutti i prodotti di nazionalità italiana di qualunque genere musicale prodotti e distribuiti pubblicamente su internet dal 1 gennaio 2017 al 5 febbraio 2018. Sezione, il cui Premio principale è il Miglior Videoclip – Laser Film, è diretta da Cosimo Alemà, che ha commentato: In questi ultimi giorni di bando ci aspettiamo di ricevere sia opere realizzate con stilemi pop internazionali sia video innovativi e sperimentali dai linguaggi diversissimi, al fine di comporre un caledoscopio unico di immagini, suoni, ritmi”. Da quest’anno, infine, il festival si arricchisce della nuova sezione Branded Entertainment che vede al centro il mondo della pubblicità e la creatività legata alla promozione di un brand, appunto, attraverso la creazione di contenuti editoriali dal forte valore di intrattenimento, prodotti o coprodotti da un marchio (e che assegnerà il Premio di categoria al miglior corto – Branded Entertainment).

Intanto, negli USA, si è chiuso il 28 Gennaio 2018 l’ultima edizione del Sundance Film Festival (di cui vi avevamo già parlato qui), il festival del cinema indipendente creato da Robert Redford. Il trionfatore del concorso principale è stato il film The Miseducation of Cameron Post di Desiree Akhavan, pellicola ambientata in un centro di conversione per omosessuali, con protagonista l’attrice Chloe Grace Moretz. C’è anche un po’ d’Italia tra i vincitori, con Sara Colangelo, regista residente e attiva da anni negli Stati Uniti, che ha ottenuto il riconoscimento per la regia grazie al suo The Kindergarten Teacher. Migliore opera prima, invece, il film Monsters and Men; miglior sceneggiatura per Tim Share (la cui colonna sonora è firmata dall’italiano, anche qui, Giorgio Giampà); nei documentari vince Kailash di Derek Doneen. I premi del pubblico, nelle due categorie più importanti (la lista intera la trovate qui), se li sono aggiudicati, infine, Burden di Andrew Heckler, tra quelli di finzione, e The Sentence di Rudy Valdez, tra i documentari.

 

About Gianvito Di Muro 268 Articoli
"Tutti i bambini crescono, tranne uno".