Cortinametraggio: i corti e i videoclip in concorso

IL FESTIVAL SI TINGE DI ROSA PER LE NUMEROSE PRESENZE FEMMINILI NELLE DUE SEZIONI PRINCIPALI

cortinametraggio 2Il 19 e il 25 marzo partirà la tredicesima edizione di Cortinametraggio, il festival dedicato al meglio della cinematografia breve italiana. Intanto la manifestazione, ideata e diretta da Maddalena Maynera, ha reso pubblici i lavori che concorreranno al premio finale nelle due sezioni principali, ovvero Cortometraggi Videoclip. Scorrendo i diversi titoli in gara, allora, non si può fare a meno di notare la forte presenza femminile, vista la presenza di 6 registe donne, nonché una spiccata inclinazione al thriller e ai temi sociali.

La sezione Cortometraggi, diretta da Vincenzo Scuccimarra, riguarda i corti narrativi italiani che spaziano tra i generi realizzati nel corso del 2017. Sono infine 18 i corti selezionati, che spaziano tra i generi e le tematiche affrontate: A Christmas Carol di Luca Vecchi (dei The Pills) è per esempio una storia di Natale sui generis; Arianna di David Ambrosini con al centro una giovane e brillante avvocatessa transessuale; Birthday di Alberto Viavattene racconta di un’infermiera che detesta il proprio lavoro; Bismillah di Alessandro Grande è la storia di una tunisina che vive illegalmente in Italia; Gong! di Giovanni Battista Origo su una coppia di sessantenni radical chic messi di fronte alla verità da un’inaspettata discussione; L’ippopotamo di Lorenzo Marinelli su due meccanici chiusi nella propria routine la cui vita verrà travolta dall’arrivo di due belle ragazze; L’ora Del Buio di Domenico De Feudis con al centro una bambina prigioniera di un misterioso rapitore; Via Lattea di Valerio Rufo, prodotto da Matteo Garrone, focalizzato sull’inatteso epilogo di una coppia che decide di passare la notte in spiaggia.

Quelli sopra elencati sono solo alcuni dei i cortometraggi che saranno valutati dalla giuria composta dai registi Alessandro d’Ambrosi e Santa De Santis, vincitori lo scorso anno a Cortina con Buffet, il regista americano David Warren (Desperate Housewives, Ugly Betty, Devious Maids), l’attrice Maria Pia Calzone e gli attori Andrea Bosca e Matteo Branciamore. Tra i numerosi interpreti che si sono prestati a rivestire un ruolo, a volte inedito, nei vari lavori in concorso, inoltre, ci sono attori e professioni del calibro di Giorgio Colangeli, Edoardo Pesce, entrambi presenti in due lavori, Stella Egitto, Ninni Bruschetta, Eleonora Cadeddu, Daphne Scoccia (è presente in ben due corti e un videoclip), Antonio Catania, Benedetta Buccellato, Giovanni Storti e Cristina Donadio.

Oltre il primo premio, che sarà assegnato al Miglior Corto Assoluto – Twinset (che consisterà in un premio in denaro di 1500 euro), ci saranno anche il Premio Bayer La donna in tutte le sue eccellenze e il Premio ANEC / FICE al miglior corto assoluto, che sarà distribuito in 450 sale e sarà visibile agli spettatori cinematografici di tutta Italia. Inoltre, il Premio Rai cinema channel, del valore di 3.000€, andrà al corto più “web” e consiste in un contratto di acquisizione dei diritti. Ci saranno anche, infine, il premio del pubblico, il premio “cinemaitaliano.info” ai migliori dialoghi e il premio Universal Music alla migliore colonna sonora.

Come anticipato, sono stati resi noti anche i lavori selezionati per la sezione Videoclip Musicali, diretta da Cosimo Alemà, che ha messo insieme alcuni tra i migliori videoclip italiani prodotti e distribuiti online dal 1° gennaio 2017 al 5 febbraio 2018. Sono 21 i titoli in concorso, tra cui spiccano grandi nomi della nuova scena musicale indipendente italiana: Amica pusher della rapper pugliese Priestess diretto da Martina Pastori; Totale del cantautore italiano Colapesce diretto da Salvatore Nicolosi; Attraverso lo specchio di Cosmo, diretto da Jacopo Farina; Betty del gruppo musicale Baustelle diretto da Fabio Capalbo e dallo stesso Francesco Bianconi, cantante del gruppo; A forma di fulmine estratto dall’album Terra de Le Luci della Centrale Elettrica diretto da Francesco Cabras con Daphne Scoccia;La musica non c’è di Coez diretto da Niccolò Celaia e Antonio Usbergo in arte YouNuts; Tu T’e Scurdat’e Me del fenomeno made in Napoli senza identità Liberato diretto da Francesco Lettieri, e tanti altri. Avranno il compito di decretare il Miglior Videoclip – Laser Film in qualità di giurati il produttore musicale Claudio Trotta, il regista Alex Infascelli, l’attrice Anna Ferraioli Ravel, il giovane attore e presentatore Federico Russo e la poliedrica artista Chiara Civello.

 

About Gianvito Di Muro 268 Articoli
"Tutti i bambini crescono, tranne uno".