Silver Surfer: la Fox prepara il film stand-alone

BRIAN K. VAUGHAN SARÀ LO SCENEGGIATORE, MA LA FOX NON HA INTENZIONE DI FERMARSI QUI

silver surfer 1La Fox sarà pure in procinto di essere acquisita dalla Disney, ma certo non vuole adagiarsi sugli allori, aspettando l’ufficialità dell’operazione. È infatti la stessa compagnia, in queste ore, ad aver annunciato il progetto di un film stand-alone sul personaggio di Silver Surfer, già co-protagonista, al cinema, nello sfortunato sequel datato 2007 I Fantastici Quattro e Silver Surfer. Pare che sia addirittura già stato trovato colui che ne curerà la sceneggiatura: trattasi di Brian K. Vaughan, noto autore di fumetti statunitense, che ha lavorato anche in tv in serie come Lost Under the Dome. Silver Surfer fu creato da Stan Lee e Jack Kirby nel 1966, naturalmente sulle pagine di The Fantastic Four, e aspetta solo di essere portato nuovamente sul grande schermo, magari con maggior lustro rispetto al passato.

Ma i progetti della Fox su propri cinecomic non si fermano affatto qui. Sono già stati annunciati, infatti, altri stand-alone con protagonisti Doctor Doom, per ora legato al nome di Noah Hawley (acclamato showrunner di Fargo Legion) come sceneggiatore; i mutanti del gruppo X-Force, che dovrebbero avere come regista Drew Goddard (Quella Casa nel Bosco, la serie Netflix Daredevil); e un ultimo su Kitty Pride, diretto da Tim Miller (Deadpool) e scritto da Brian Michael Bendis. Questi almeno quelli per adesso noti, visto che si parla di numerosi progetti top secret della compagnia, ancora in fase di sviluppo. Insomma, la febbre dei cinecomic non ne vuole affatto sapere di vedere il proprio tramonto.

A proposito di indiscrezioni, in casa DC/Warner a tenere banco nelle ultime settimane è stato il rumor legato ad un eventuale film su Joker, diretto da Todd Phillips e prodotto da Martin Scorsese. Quello interpretato da Jared Leto non avrebbe del tutto convinto fan e critici, e la casa di produzione starebbe pensando ad un nuovo volto per il più grande e popolare avversario di Batman. Tutte le notizie in merito sembrano propendere allora sul nome di Joaquin Phoenix, se non fosse che, interpellato sull’argomento, l’attore avrebbe detto di non saperne nulla. “Quale film sul Joker? Suona fantastico, ma non ho idea di cosa stai parlando” avrebbe detto Phoenix all’intervistatrice. Quale sarà la verità? Non resta che rimanere in attesa di eventuali sviluppi.

Chi invece sembra avere le idee ben chiare sul proprio futuro, almeno quello prossimo, è invece la Marvel. Il film-evento Avengers: Infinity War, ossia il primo dei due film che chiuderanno una vera e propria era che difatti ha segnato la storia del cinema (con l’intenzione di aprirne un’altra), è sempre più alle porte. Più si avvicina la data fatidica, più aumentano le notizie e le indiscrezioni sull’attesa pellicola. L’ultima è quella relativa alla sua durata, che sembrerebbe ammontare a ben 150 minuti esatti, ossia più dei 147 minuti di Captain America: Civil War, rendendolo, in caso di conferme, il film più lungo realizzato dalla compagnia. A proposito di futuro, vista l’accennata chiusura di un ciclo, non è da escludere la possibilità che l’Universo Marvel possa trasformarsi, dopo Infinity War, in un “multiverso”, introducendo quindi l’esistenza di universi paralleli come spesso accade nei fumetti. In merito a tale eventualità è stato interpellato Benedict Cumberbatch, l’interprete di Doctor Strange:” Con l’Universo Cinematografico Marvel abbiamo assistito alla nascita di un gruppo di supereroi in continua espansione. Adesso siamo in quel punto in cui questo universo è diventato troppo affollato ed è in procinto di esplodere in altre dimensioni“.

Fumetti e cinema sono allora sempre a stretto contatto per la Marvel, ed ecco che la divisione  Entertainment ha intenzione di riesumare Jamie Madrox, ossia “l’Uomo Multiplo”, in una nuova serie di fumetti da lanciare quest’estate. Madrox, apparso per la prima volta in Giant-Size Fantastic Four No. 4 nel 1975, è stato un pilastro irregolare della linea di fumetti Marvel X-Men negli ultimi decenni, fino alla sua morte nella miniserie Death of X datata 2016. La nuova serie partirà allora da nuovi retroscena che lo riporteranno “in vita”. Così ha parlato infatti lo scrittore della serie Matthew Rosenberg:”La nostra storia inizia con qualcuno che trova Jamie ancora vivo. Ma non per molto ancora. Il mistero sul perché non sia morto e di come possa salvare se stesso è la grande forza trainante del racconto“. Una potenziale forza trainante per la stessa Marvel per rilanciare il personaggio, con tanto di possibile lungometraggio al cinema, di cui in realtà si parla già dalla fine dello scorso anno, quando si diceva che la Fox avesse già pensato a James Franco come interprete di Madrox.

 

About Gianvito Di Muro 271 Articoli
"Tutti i bambini crescono, tranne uno".