The Handmaid’s Tale e Westworld: il ritorno

TIMVISION DIFFONDE OGGI IL PRIMO EPISODIO DELLA SERIE PLURIPREMIATA AGLI EMMY, MENTRE SU SKY È GIÀ APPRODATA WESTWORLD

westworld 2 È una settimana di grandi e attesissimi ritorni quella che si sta registrando nel panorama televisivo internazionale. Arriva per esempio oggi in Italia, a sole 24 ore di distanza dagli USA, il primo episodio seconda stagione di The Handmaid’s Tale, diffusa da noi, settimanalmente, dalla nuova piattaforma TIMVISION. Secondo capitolo atteso da molti, visto il clamore dello show ideato da Bruce Miller e basato sul romanzo Il racconto dell’ancella della canadese Margaret Atwood, vincitrice di 2 Golden Globe e ben 8 Emmy Awards.

La serie, come noto, vanta un cast d’eccellenza, prevalentemente femminile, dominato dalla protagonista Elisabeth Moss (Mad Men), affiancata dalla solita straordinaria Ann Dowd (The Leftovers), e vecchie conoscenze seriali come Yvonne Strahovski (Chuck), Alexis Bledel (Una mamma per amica) e Samira Wiley (Orange is the new black). Questa seconda stagione riparirà esattamente da dove si era chiusa la prima, ossia con la ribellione di June e delle altre ancelle, che si rifiutano di lapidare alla compagna come ordinato da zia Lydia. Ritroviamo allora June trasportata in un furgone in un luogo ignoto e, soprattutto,  incinta, condizione che la rende preziosa per la società distopica in cui il racconto è ambientato. June farà di tutto per proteggere se stessa e il proprio bambino, provando a dargli un futuro migliore e nel quale possano restare insieme.

Altro attesissimo ritorno, avvenuto invece già da qualche giorno, precisamente il 23 aprile su Sky Atlantic, è ovviamente quello di Westworld. La serie, prodotta da HBO, e scritta da Jonathan Nolan e sua moglie Lisa Joy, è basata sul cult datato 1973 di Michael Crichton Il mondo dei robot. I fan hanno dovuto aspettare ben diciotto mesi per vedere finalmente arrivare questo secondo capitolo, con riprese rallentate anche da diversi incidenti sul set. Attesa conclusasi ufficialmente con la premiere intitolata Journey into Night, titolo dell’ultima storia scritta per il parco da Robert Ford (Anthony Hopkins), ucciso nel finale della prima stagione da Dolores (Evan Rachel Wood), che prima di morire vede avverarsi il suo piano, ossia la ribellione degli “robot”. Il primo episodio riparte allora con uno dei leitmotiv della serie, ossia con un dialogo tra Arnold e Dolores, che si scoprirà presto, però, essere ambientato decenni indietro nel passato. Questa stagione approfondirà, infatti, le origini del parco di Westworld e della personalità del suo creatore, quell’Arnold che come un fantasma ha aleggiato su eventi e personaggi per tutto il primo capitolo, un nuovo e avvincente racconto che aggiungerà sempre più tasselli e domande, dando in pasto ai fan la possibilità di formulare sempre più numerose teorie.

Nuove e coraggiose dichiarazioni, intanto, arrivano dal set della serie tv Watchmen, curata da Damon Lindelof e prodotta, ancora, da HBO. Proprio l’autore di Lost Leftovers, durante un’intervista al Bookish With Sonya Walger, ha dichiarato che la serie sarà una trasposizione differente dalla graphic novel di Alan Moore, paragonando il suo lavoro a quello fatto da Noah Hawley per Fargo:”adattamento potrebbe essere la parola giusta, alla fine. Hai presente Fargo? Non definirei la versione di Noah Hawley un adattamento, perché il film esiste nel suo mondo e così anche tutto ciò che accade nel film Fargo precede la serie televisiva Fargo. Vedi, loro trovano una borsa piena di denaro nella prima stagione e tu pensi “Oh, ma quello fa parte del film” ma noti anche i tratti canonici dei film dei Coen, quindi è una cosa a sé“.

Finiamo invece con Netflix che ha finalmente annunciato la data dell’episodio speciale (e ultimo) di Sense 8. Un finale voluto fortemente dai fan di tutto il mondo, come tutti ricorderanno, che dopo la notizia della cancellazione da parte della piattaforma streaming, hanno protestato sul web a suon degli hashtag #RenewSense8 e #BringBackSense8. Decisiva, poi, anche la petizione su change.org arrivata a quota 200.000 firme. Così Netflix non ha potuto proprio tirarsi indietro, annunciando l’episodio speciale di due ore che darà il tanto richiesto degno finale allo show delle sorelle Wachowski e di J. Michael Straczynski. Ebbene ecco arrivare, ieri, dopo un’indiscrezione poi confermata dalla stessa Netflix, che la data prescelta è quella del prossimo 8 giugno.

 

About Gianvito Di Muro 271 Articoli
"Tutti i bambini crescono, tranne uno".