Rose McIver, la zombie dalle mille facce di iZombie targata The CW

rose-mciver

LA TRASFORMAZIONE DA TRILLI IN ONCE UPON A TIME A PROTAGONISTA DI iZOMBIE PUÒ SUCCEDERE IN UN ATTIMO E ROSE McIVER LO SA BENE

Rose McIverDi origine neozelandese, Rose McIver ha avuto piccole parti in serie tv famose e che hanno segnato il tempo come Hercules, Xena e la versione del 2009 dei Power Rangers. Inoltre, interpreta la sorella di Saoirse Ronan nel film Amabili Resti. Dal 2013 interpreta il ruolo di Trilli nella serie tv Once Upon a Time, ma è grazie a un progetto più cupo che Rose McIver trova il successo.

Dal 2015, infatti, l’attrice è la protagonista di iZombie. La serie tv targata The CW, rinnovata per una quinta stagione, racconta la storia di Olivia “Liv” Moore, medico legale a Seattle e diventata zombie dopo una festa in barca finita in tragedia.
La peculiarità degli zombie creati da Chris Roberson e Michael Allred, autori del fumetto da cui è ispirata la serie, è che acquisiscono le capacità, la personalità e i ricordi delle persone a cui appartengono i cervelli di cui si nutrono.

Così, la McIver in quattro stagioni è riuscita a interpretare svariati personaggi dai caratteri diversi, ravvivando così una serie che potrebbe risultare ripetitiva e piatta. Oltre a dare vita a Liv Moore, Rose McIver in ogni puntata si infila sempre vestiti nuovi dando vita a scenette molto divertenti con il suo collega poliziotto, all’oscuro della sua vera natura di zombie, che rimane stupito e disorientato dai continui cambiamenti della ragazza.

Rose McIver può diventare un giocatore violento di hockey un giorno e il giorno dopo vestire i panni di un’altolocata snob dall’acconciatura rétro e con un debole per il Vodka Martini e i ragazzi giovani e belli. La vediamo credere nelle commedie romantiche alla Bridget Jones per ritrovarla nella puntata dopo una mistress ricercata da tutti, anche dal giornalista più famoso di Seattle.

Ogni vittima interpreta non risulta mai forzata. Presentata all’inizio della puntata, prima del ritrovamento del cadavere da parte della polizia di Seattle, le capacità attoriali della McIver sono capaci di riportarla in vita dopo uno snack a base di cervello da parte del suo personaggio, Liv.
iZombie risulta così una buona palestra per l’attrice che riesce a dare prova, puntata dopo puntata, stagione dopo stagione, della sua bravura e di come, riprendendo un tema di cui si discute spesso, anche le donne possono interpretare ruoli pensati per attori maschi e renderli credibili.

Se amate i crime e il mondo fantastico, iZombie con la poliedrica Rose McIver è la serie tv poco impegnativa che fa per voi.

About Angela Parolin 158 Articoli
"Okay...we have to dance it out"